Cervia: F16 caduto nell'Adriatico, recuperato il motore

Cervia: F16 caduto nell'Adriatico, recuperato il motore

Cervia: F16 caduto nell'Adriatico, recuperato il motore

RAVENNA - Procedono a ritmo serrato le operazioni di recupero dei resti dell'F16 del 5° Stormo di Pisignano precipitato l'11 febbraio scorso a circa 4 miglia dalla costa tra Cervia e Lido di Savio. I sommozzatori del nucleo Sdai della Marina militare di Ancona hanno recuperato il motore del caccia. Il propulsore è stato imbragato ed assicurato ai della gru della nave Ponza. Quindi è stato issato sul ponte della nave del servizio fari della Marina di Ancona.

 

Successivamente sono stati effettuati i primi rilievi dall'ingegner Massimo Bardazza, il perito nominato dal pubblico ministero del tribunale di Ravenna Roberto Ceroni che indaga sull'incidente, alla presenza degli ufficiali della commissione interna dell'Aeronautica militare per le investigazioni sugli incidenti di volo. Il motore è stato posto sotto sequestro dalla Capitaneria di Porto di Ravenna. Ora è a disposizione della magistratura.

 

Nei prossimi giorni, a seconda delle condizioni di visibilità del fondale marittimo, proseguiranno le operazioni di recupero dei rottami dell'F16.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -