Cervia, gli albergatori: "Settembre ok, ma deve restare 'aperta' la città"

Cervia, gli albergatori: "Settembre ok, ma deve restare 'aperta' la città"

Cervia, gli albergatori: "Settembre ok, ma deve restare 'aperta' la città"

CERVIA - "La notizia di 350 alberghi aperti nel secondo weekend di settembre è sicuramente positiva, anche se il numero sarà ridimensionato dopo il prossimo fine settimana, ma se vogliamo parlare di allungamento della stagione turistica, con i benefici che ne conseguono per tutti, occorre il coinvolgimento dell'intera città". Ascom Federalberghi Cervia è soddisfatta dell'inizio di settembre: "Ma solo una coralità di aperture (bar, negozi, ristoranti e servizi) è in grado di fornire una buona immagine ai clienti di fine estate".

 

"In altre parole, per destagionalizzare sul serio dobbiamo "fare sistema": fra di noi imprenditori innanzitutto, albergatori e commercianti, e fra pubblico e privato. La pubblica amministrazione, infatti, deve garantire gli aiuti necessari per essere competitivi, ovvero le infrastrutture e i servizi essenziali (ad esempio, i collegamenti urbani ed extraurbani) ed eventi di forte richiamo in alternativa alla fruizione del mare" proseguono gli albergatori.

 

"Ribadiamo che vorremmo vedere aperti, accanto agli hotel, anche i negozi con le vetrine bene allestite e illuminate di sera, in alternativa alla chiusura selvaggia delle serrande e al buio totale che già alcuni nostri clienti denunciano: da parte nostra, siamo impegnati a garantire al massimo livello possibile l'apertura delle attività ricettive, ma necessitiamo di un prolungamento dei servizi anche se graduale e intelligente (come già era auspicato nella nota inviata a tutti gli operatori economici da Federalberghi e dal Sindacato Abbigliamento Confcommercio a fine Luglio), senza la pretesa di cambiare "tutto e subito"."

 

"Dobbiamo insieme - concludono - dare segnali di ospitalità permanente, e non solo estiva,  e documentare che la città è viva anche nelle "code di stagione", soprattutto a maggio e settembre. Chiediamo, pertanto, un impegno deciso da parte di tutti. Si tratta di cominciare a sperimentare l'allungamento della stagione con gesti concreti, piccoli se si vuole ma di grande importanza  per lo sviluppo futuro della città e per il superamento di una crisi che ha investito anche il turismo".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -