Cervia, il sindaco: "Stagione estiva, i Vigili del Fuoco sono indispensabili"

Cervia, il sindaco: "Stagione estiva, i Vigili del Fuoco sono indispensabili"

Roberto Zoffoli, sindaco di Cervia

CERVIA - "Ho appreso dal comandante provinciale dei Vigili del Fuoco che anche quest'anno il Presidio estivo a Cervia aprirà a metà luglio e che rimarrà operativo per circa 40 giorni, fino alla fine di agosto". Lo ha detto il sindaco di Cervia, Roberto Zoffoli, che sottolinea: "Alla luce anche dei fatti registrati negli ultimi giorni, e che per fortuna non hanno avuto irreparabili conseguenze, ci tocca evidenziare quanto sia indispensabile la presenza dei Vigili del fuoco in città fin dall'inizio della stagione estiva".

 

"È questo un nodo cittadino - dice il primo cittadino - legato alla sicurezza del territorio che ogni anno ci tiene con il fiato sospeso sia per l'incertezza dell'apertura del Presidio sia per i tempi e le modalità di attivazione. Oltre a sottolineare da sempre la necessità per una località turistica come la nostra (nella quale dalla primavera la popolazione aumenta sensibilmente e aprono centinaia di attività dedicate al turismo) di avere in loco un distaccamento dei Vigili del Fuoco, l'Amministrazione comunale ha messo a disposizione e sistemato la sede del Presidio, nel Magazzino Comunale in zona Terme, sede strategica e centrale per raggiungere i vari punti comunali".

 

"Da troppi anni numerosi problemi, legati soprattutto all'organico e conseguenti ai ripetuti tagli del Governo centrale alla Sicurezza, hanno penalizzato il Presidio cervese, che, viste le dimensioni del nostro territorio e l'affluenza di turisti, dovrebbe trasformarsi in Distaccamento permanente, per il quale peraltro avevamo già individuato l'area, di proprietà comunale, per la costruzione della caserma".

 

"Nel ringraziare il comandante Giovanni Di Iorio - prosegue - che nonostante le difficoltà ogni anno fa il massimo per garantire temporaneamente la presenza dei Vigili del fuoco a Cervia, e la Regione attraverso la Protezione Civile, sollecitiamo con forza il Ministero degli Interni e gli organi preposti ad avere una maggiore attenzione per la nostra realtà, adeguando gli organici e i mezzi a disposizione del Corpo dei Vigili del Fuoco di Ravenna, così da poter garantire livelli sempre maggiori di sicurezza per il territorio e per la popolazione e allo stesso tempo di tutela per gli operatori che quotidianamente sono chiamati a garantire tale sicurezza".

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -