Cervia: imparare l'arte con i piedi nella sabbia, ecco "Mosaico in Tour"

Cervia: imparare l'arte con i piedi nella sabbia, ecco "Mosaico in Tour"

Cervia: imparare l'arte con i piedi nella sabbia, ecco "Mosaico in Tour"

Tutto è pronto per portare sulle spiagge romagnole, già dalla primavera, il laboratorio di mosaico itinerante organizzato dall'associazione "Il Cerbero" da un'idea di Silvana Costa, responsabile della Scuola di mosaico di Cervia. Il progetto realizzato con il contributo istituzionale della Provincia di Ravenna, del Comune di Ravenna e di Cervia, Camera di Commercio, Autorità Portuale di Ravenna e APT Emilia-Romagna, promotrice per il turismo del progetto, nasce dall'idea di trasferire l'arte del mosaico in spiaggia grazie ad un laboratorio mobile perfettamente attrezzato su quattro ruote, organizzato per portare negli stabilimenti balneari veri e propri corsi, completi di insegnanti, artisti e tessere colorate, tipiche di questa antica arte.

 

Le lezioni hanno raccolto gli scorsi anni l'entusiasmo dei bambini ma anche degli adulti che scelgono così di passare una giornata in spiaggia diversa dal solito e in compagnia dei figli. Mosaico in tour, liberando l'insegnamento di questa abilità dai retaggi del luogo votato all'arte, può condurre le volontà espressive degli amanti della spiaggia al gusto del semplice confrontarsi con materia e colori.

 

Una vera e propria "navetta del mosaico" si sposta da una spiaggia all'altra, da Pinarella di Cervia a Casal Borsetti, per preparare la lezione di mosaico, per insegnare quella che rappresenta la tradizione artistica più importante della città di Ravenna, per portare l'arte ma anche il gioco in spiaggia.

Le piccole tessere, il materiale utilizzato dal mosaicista, compongono paradossalmente le monumentali opere che hanno reso Ravenna famosa nel mondo. I materiali d'uso sono gli stessi attrezzi dei mosaicisti e le paste vitree già preventivamente tagliate per ridurre parte del lavoro, le stesse paste che usavano gli antichi per i mosaici di Ravenna.

 

I bambini e i ragazzi scoprono così le eccellenze storico artistiche di un territorio, oltre a confontarsi con le proprie abilità manuali e, perché no, ad armeggiare con pinze e tenaglie cioè, attrezzi che in genere è vietato toccare. I "professori" di Mosaico in tour non perdono mai d'occhio i giovani artisti insegnando loro dalle basi teoriche fino alla realizzazione pratica di un mosaico che rimarrà all'esecutore in ricordo.

I corsi, che si articolano in tre ore, tempo utile per attrezzare un'area dello stabilimento e incominciare a familiarizzare con la tecnica per poi dedicarsi pienamente all'esecuzione del nuovo mosaico, sono riservati ai clienti dei: stabilimenti balneari, alberghi o campeggi, queste le strutture turistiche che hanno prenotato nel 2010 mosaico in tour. Oppure a pagamento al costo di 10 euro.

  

Un po' di storia

Utilizzato nell'arco della storia per decorare pavimenti, mura e soffitti di chiese e palazzi, il mosaico è una tecnica artistica e decorativa mediante la quale sono creati motivi geometrici o figurativi accostando piccoli frammenti di marmo, terracotta, smalto o vetro, detti tessere, fissate su uno strato di legante.

Nata più di 4500 anni nell'antica Grecia, ebbe grande sviluppo in età romana e ancora di più nel periodo bizantino, quando fu largamente adottata come stile ornamentale in edifici civili e religiosi.

L'arte musiva conobbe un grandissimo sviluppo nell'impero bizantino. Con il regno di Giustiniano, nel VI secolo, ebbe inizio un nuovo momento d'oro dell'arte musiva, durante il quale lo stile e i segni si fecero più espressivi e i mosaici più ricchi di colore. I famosi mosaici di Ravenna ancora affascinano per l'abbagliante splendore delle loro immagini sacre. Dopo i fasti del periodo paleocristiano e bizantino, l'arte del mosaico conobbe nel quindicesimo secolo un lungo periodo di decadenza.

 

Nel diciottesimo secolo nuove tecniche di fabbricazione delle tessere in smalto vetroso determinarono una vera rinascita dell'arte musiva. Questa magnifica produzione divenne di gran moda presso papi, aristocratici e diplomatici. Agli inizi del Novecento, in un clima di fermenti culturali, aperto alle sperimentazioni di nuove forme artistiche, rinacque l'interesse per il mosaico. L'artigiano è la chiave del successo in un mondo, appiattito dalla produzione industriale di massa, dove le persone preferiscono pezzi unici o esemplari limitati.

 

Con il contributo di: Assessorato al Turismo Provincia di Ravenna, Assessorato Turismo Comune di Ravenna, Assessorato Turismo Comune di Cervia, Camera di Commercio di Ravenna, APT Emilia Romagna, Autorità Portuale di Ravenna, Coop Bagnini Cervia, Coop Bagnini e Stabilimenti di Ravenna, FIAT SVA, UNIPOL Assicurazioni,

 

Per informazioni:

Associazione culturale Il Cerbero.

Cell: 335 8151821, 3334317970.

info@ilcerbero.it www.ilcerbero.it

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -