Cervia, in arrivo 100 mila euro per le famiglie in difficoltà

Cervia, in arrivo 100 mila euro per le famiglie in difficoltà

CERVIA -  Il Comune di Cervia ha confermato anche per il 2010 il finanziamento di 100 mila euro a vantaggio dei due fondi (uno a sostegno dei redditi bassi e uno destinato alle famiglie colpite dalla crisi) istituiti volontariamente per aiutare le famiglie in difficoltà in accordo con le organizzazioni sindacali.

 

Sostanziali le novità introdotte nel nuovo accordo tra il Comune di Cervia e Cgil Cisl e Uil, siglato questa mattina in Municipio, tra cui l'aumento delle risorse messe a disposizione (rispetto a quanto erogato) e la proposta di politiche attive per l'occupazione.

 

"Da anni l'Amministrazione comunale - dichiara l'assessore alle Politiche sociali Fabiola Gardelli - è impegnata nel sostegno di persone in difficoltà attraverso diversi strumenti, in base al "Regolamento per la realizzazione di interventi a contrasto dell'esclusione sociale e a sostegno del reddito e della domiciliarità", voluto dal sindaco Zoffoli, definito in collaborazione con le organizzazioni sindacali e approvato dal Consiglio comunale il primo dicembre 2005. Per il 2010, il Comune di Cervia ha deciso di confermare il fondo di sostegno ai redditi bassi mediante rimborsi dell'addizionale comunale Irpef, TIA e Gas e il fondo, istituito lo scorso anno, destinato alle persone in difficoltà proprio a causa della crisi occupazionale. Grazie all'accordo con i nostri sindacati abbiamo destinato a questi fondi 100 mila euro: 70 mila per il primo (di cui hanno beneficiato solo nel 2009 316 nuclei familiari) e 30 mila per il secondo. Ci preme evidenziare la novità introdotta quest'anno inerente le politiche attive del lavoro. Il che significa che a chi ha perso l'occupazione viene proposta una "borsa lavoro" della durata di 18/24 ore settimanali. In questo caso il contributo viene raddoppiato, da 250 euro a 500, oppure, da 100 a 200 per chi è disoccupato ma ha diritto all'ammortizzatore sociale".

 

"Le Politiche sociali - conferma il sindaco Roberto Zoffoli - restano una priorità delle nostre politiche. Nonostante le fortissime difficoltà finanziarie in cui versano gli enti locali, il Comune di Cervia ritiene doveroso continuare a sostenere le famiglie e i cittadini cervesi con i redditi bassi. Siamo infatti consapevoli del momento di crisi che il nostro Paese sta attraversando e soprattutto che la situazione critica coinvolge sempre più famiglie e lavoratori".

 

In base al "Regolamento per la realizzazione di interventi a contrasto dell'esclusione sociale e a sostegno del reddito e della domiciliarità", complessivamente l'Amministrazione comunale ha sostenuto, nel 2008, 569 famiglie con un impegno economico pari a € 331.204 e, nel 2009, 665 famiglie con un impegno economico pari a € 355.362. Per quanto riguarda il fondo che prevede contributi per l'addizionale, per la tariffa di igiene ambientale e per le utenze gas, nel 2009 il il Comune è riuscito a venire incontro a ben 316 nuclei familiari a basso reddito (con criterio reddito Isee), mentre nel 2008 i nuclei familiari erano stati 237. Per quanto riguarda invece il Fondo anticrisi, istituito nel 2009, ne hanno beneficiato 11 persone.

I bandi per presentare le domande di accesso ai due fondi, con la specifica dei requisiti necessari e la modalità di presentazione, saranno in pubblicazione nei prossimi giorni e ne sarà data ampia informazione alla cittadinanza.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -