Cervia, la biblioteca comunale intitolata a Maria Goia

Cervia, la biblioteca comunale intitolata a Maria Goia

CERVIA - Sabato 27 novembre si svolgerà la cerimonia di intitolazione della Biblioteca comunale di Cervia alla sua illustre concittadina Maria Goia.

 

Il ritrovo è alle ore 10,30. Saranno presenti il Sindaco Roberto Zoffoli, l'Assessore alla cultura Alberto Donati, l'Assessore  alla cultura della  provincia di Ravenna Massimo Ricci Maccarini e il Sindaco di Suzzara Wainer Melli.

Alle ore 11,00 l'attrice Ivana Monti leggerà alcuni brani dedicati a Maria Goia "La voce che andava prima al cuore e poi alla ragione". Ivana Monti nel  2006 mise in scena a Cervia e a Suzzara (Mantova), lo spettacolo da lei scritto e interpretato "Maria Goia e il delitto Matteotti", che ebbe un grande successo di pubblico.

Alle ore 11,30 vi sarà una visita alla Biblioteca, dove sono state installate anche nuove apparecchiature di lettura per persone con difficoltà visive, dislessici e anziani, donate dal Lions club Cervia-Ad Novas e dal Lions club Cervia-Cesenatico.  La mattinata si concluderà con un piacevole rinfresco.

 

L'idea di dedicare la biblioteca all'illustre donna cervese è maturata all'interno della Biblioteca, anche alla luce della documentazione emersa nella pubblicazione delle ricerche di  Ornella Domenicali su Maria Goia. La proposta è poi stata presentata alla Commissione Toponomastica del Comune da due suoi componenti, la dott.ssa Cristina Poni, archivista dell'Archivio storico comunale, e lo storico dottor Giampietro Lippi,  infine la Giunta comunale nel giugno scorso ne ha deliberato l'intitolazione.

 

"La motivazione - dichiara il sindaco Roberto Zoffoli -  nasce dal fatto che  Maria Goia, oltre ad essere una delle grandi figure storiche del Novecento, diede  vita a Cervia alla prima biblioteca popolare circolante aperta a tutti, considerandola uno strumento fondamentale per favorire l'accesso all'istruzione dei ceti popolari: contadini, braccianti, operai e artigiani, di fatto esclusi dall'educazione scolastica. Le biblioteche circolanti popolari hanno creato in Italia l'humus per la diffusione delle prime biblioteche pubbliche locali, come è quella di Cervia. Se Cervia oggi ha una Biblioteca di tutti e per tutti lo si deve anche all'iniziativa della Goia, basata sulla convinzione, da noi tuttora condivisa, che istruzione ed educazione sono alla base dei diritti di cittadinanza. Per questo abbiamo intitoliamo la nostra Biblioteca all'illustre donna cervese".

 

"La Biblioteca comunale - aggiunge l'assessore alla Cultura Alberto Donati - non aveva ancora un nome con cui identificarla ed era opportuno darle una denominazione dopo il trasferimento, avvenuto nel 2004, dalla Torre San Michele con cui è stata identificata finora. Maria Goia è il personaggio cervese più appropriato per dare il nome alla nostra Biblioteca".

 

Nata a Cervia, Maria Goia (1878-1924), alla quale è già intitolata una via cittadina, fu uno dei più grandi personaggi di rilevanza  nazionale, una donna che dedicò la vita alla lotta contro le ingiustizie sociali, contro lo sfruttamento, contro la povertà e la  guerra. Fu una delle protagoniste delle vicende politiche e sociali del primo Novecento ed operò attivamente per la nascita di organismi sindacali e cooperativi, fu dirigente nazionale del PSI e  per  questo perseguitata dal regime fascista, e comunque sempre in prima linea nelle battaglie per l'emancipazione sociale e politica delle donne, in un momento in cui erano relegate in un ruolo subalterno. Visse per molto tempo a Suzzara (Mantova). Dopo tanti anni di lotte, intrisi di conquiste e dolori, compreso il confino in Toscana, Maria Goia tornò a Cervia per morire, minata dalla malattia, pochi mesi dopo l'assassinio di Matteotti.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -