Cervia, la nuova sfida di Cristina Merloni: 1400 km in Mongolia

Cervia, la nuova sfida di Cristina Merloni: 1400 km in Mongolia

Cervia, la nuova sfida di Cristina Merloni: 1400 km in Mongolia

CERVIA - Cristina Merloni si appresta a compiere un'altra impresa, in sella alla sua fedele mountain bike, questa volta in Mongolia. Parteciperà infatti alla "Mongolia Bike Challenge", una gara lunga e durissima, aperta sia ai professionisti che agli amatori, attraverso le solitarie steppe di Gengis Khan. I millequattrocento chilometri da percorrere in 10 tappe, rappresentano anche un test di tenacia psicologia, che metterà a dura prova i concorrenti.

 

Ma l'atleta del Surfing Shop ci è abituata, avendo partecipato sempre con i colori della società di Milano Marittima, ad altre imprese estreme. Nel suo palmares figurano, a partire dal 1991, la ciclabile del Danubio, i tour in Irlanda e Francia, la "Mtb estreme" attraverso la Bolivia, il Cile ed il Perù, la Eritrea Mtb, l'India Expedition.

 

"Ho iniziato a pedalare nel 1993 - spiega - assieme agli amici del Trial Lugo, poi ho sposato la causa del Surfing Shop. E adesso mi preparo a partire un'altra volta, il 6 agosto, alla volta della Mongolia. La prima tappa è in programma il 10 agosto, con partenza da Bagarina Chulu ed arrivo a Khuld dopo 101 chilometri. Lo faccio soprattutto per conoscere i posti dove la natura è sovrana, osservando il mondo dal sellino. E anche, visto l'impegno che si dovrà profondere, per il piacere di una sfida con sé stessi".

 

Proprio questa voglia di misurarsi e mettersi in discussione, l'ha spinta a scalare montagne da 5.000 metri, attraversare deserti, pedalare per 30 giorni consecutivi. Ora si sta preparando intensamente per la nuova avventura, con allenamenti settimanali da 4/5 ore, sulle colline romagnole.

 

Ed a Cervia saranno in molti a seguirla, anche se da molto lontano.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -