Cervia: "La spiaggia ama il libro", tocca a Luca Goldoni

Cervia: "La spiaggia ama il libro", tocca a Luca Goldoni

CERVIA - Nel vivo di Cervia, la spiaggia ama il libro in festival, la rassegna letteraria più famosa d'Italia, che quest'anno per festeggiare i suoi 17 anni propone una estate ricca di libri, opportunità culturali e di intrattenimento nel nome dei grandi autori italiani e delle migliori firme del giornalismo. Sarà questo infatti il filo conduttore del 2009. In diciassette anni Cervia, la spiaggia ama il libro ha fatto il pieno di novità letterarie e giornalistiche, presentando ogni estate, da metà luglio al giorno di Ferragosto, centinaia di autori e regalando migliaia di libri.

 

Tre i filoni della manifestazione: gli incontri con l'autore, nei pomeriggi e nelle sere d'estate; lo sbarco degli autori sulla spiaggia di Cervia il giorno di Ferragosto e un libro in ogni stanza, il dono che gli albergatori di Cervia hanno fatto ogni anno il 15 agosto ai loro clienti in questi sedici anni.

 

Con "Le mani sul fuoco"

"Le mani sul fuoco" (Zonza Editore) è l'ultimo libro di Luca Goldoni. Da attento osservatore, oltre che implacabile fustigatore, dei molti vizi italici, Luca Goldoni concentra la sua attenzione, in questo nuovo lavoro, sul sempre attuale problema degli incendi. Avvalendosi questa volta di una struttura letteraria per lui insolita, il racconto, Goldoni presenta un repertorio sconvolgente di incendi criminosi, di truffe e di casi giudiziari che solo l'acume e l'abilità investigativa del protagonista riescono a individuare e risolvere. Ma nella sua narrazione Goldoni non rinuncia a mettere alla berlina, con il suo solito raffinato stile, il "sistema Italia", che nel codice penale prevede, per chi causa un incendio, la "reclusione da tre a sette anni se dall'incendio della cosa propria deriva pericolo per altri", anche se è una disgrazia, ma nell'articolo successivo prevede una pena molto più mite, da sei mesi a due anni, per chiunque appicchi il fuoco "al solo scopo di danneggiare la cosa altrui". E attacca la cultura buonista che coinvolge anche i mass media, che continuano a definire questi autentici criminali come "piromani", cioè maniaci, che sarebbe come chiamare "cleptomani" i rapinatori con mitraglietta.

 

Luca Goldoni, giornalista, scrittore, umorista, è il più scrupoloso e caustico osservatore del costume di casa nostra. Nato a Parma il 23 febbraio 1928, laureato in Legge, ha iniziato come reporter nel 1954 al Resto del Carlino diretto da Giovanni Spadolini, dov'è rimasto fino al 1970 quando seguì il suo direttore al Corriere della Sera. Al giornale sognato fin da ragazzo Goldoni ha legato la sua attività di professionista. Inviato speciale nei quattro continenti, i suoi reportage sono stati letti da centinaia di migliaia di persone. Da quegli articoli ha tratto spunto per alcuni suoi libri. Ha avuto come direttore, tra gli altri, Indro Montanelli, che decise di non seguire nella sua avventura al Giornale. Oggi lo scrittore emiliano è uno degli opinionisti più importanti del quotidiano milanese. Collabora anche a TV Sorrisi e Canzoni, ha una colonna settimanale, Cani e gatti, su Corriere della Sera magazine.

 

Luca Goldoni sarà introdotto ed intervistato dalla giornalista Letizia Magnani

 

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -