Cervia, lingua e cultura romagnola: chiuso il primo corso alla Casa delle Aie

Cervia, lingua e cultura romagnola: chiuso il primo corso alla Casa delle Aie

CERVIA - E' in programma per martedì 19 aprile 2011, alle ore 17, nella sala conferenze al piano terra del nuovo edificio comunale antistante Piazza XXV Aprile, l'ultimo incontro del "1° Corso di Lingua e letteratura romagnola, promosso dall'Associazione Culturale Casa delle Aie Cervia in collaborazione con la Libera Università degli Adulti di Cervia.

 

Il corso è diretto da Gianfranco Camerani dell'Associazione Istituto Friedrich Schürr per la salvaguardia e la valorizzazione del dialetto romagnolo. La partecipazione al corso è gratuita e vede la partecipazione di oltre trenta iscritti, che martedì 19 aprile completeranno un ciclo di sette lezioni. Un incontro è stato condotto da Sauro Mambelli.

Il corso si è articolato in 3 momenti: 1) La storia del dialetto romagnolo; 2) Le strutture grammaticali del romagnolo; 3) Il romagnolo come lingua d'arte, con particolare riguardo alla poesia.

 

Il successo dell'iniziativa pone le basi per ripetere il corso anche nel prossimo anno.

Nel frattempo si cercherà di avviare una ricerca riguardante le differenze di uso linguistico, le differenze fonetiche e di scrittura relative alle parlate tradizionali di Cervia e del suo territorio.

 

Alcuni anni fa tenne banco una polemica sull'utilizzo di Zirvia o Ziria per indicare il nome della città di Cervia. Una polemica che in realtà nasceva da un diverso utilizzo del termine, a seconda che provenisse storicamente dalla zona del Centro Storico, legato alla tradizione salinara,  oppure dal forese e dalle località costiere al di fuori del centro urbano, a prevalente attività agricola o marinara. Tra l'altro con lo sviluppo delle attività turistiche del secondo Dopoguerra negli anni della "grande trasformazione", con le migrazioni dall'entroterra romagnolo, si verificò una contaminazione di parlate relative ai dialetti parlati in altre realtà romagnole.

Avviare un approfondimento per capire le differenze e per costruire un vocabolario minimo dei termini più usati nel linguaggio comune a Cervia e nel suo territorio è un nuovo terreno di ricerca che coinvolgerà l'associazionismo culturale per l'immediato futuro.   

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -