Cervia, schianto frontale sulla Cervese: muoiono due coniugi

Cervia, schianto frontale sulla Cervese: muoiono due coniugi

Cervia, schianto frontale sulla Cervese: muoiono due coniugi

CERVIA - La via del "mare" torna a macchiarsi di sangue. Una coppia di coniugi ha perso la vita in un tragico scontro frontale avvenuto alle prime luci di sabato, all'altezza delle saline di Cervia. La coppia stava percorrendo la Cervese in direzione mare a bordo di una "Fiat Punto". All'altezza del chilometro 20+900 è sopraggiunto un suv "Dodge", che proveniva dalla direzione opposta, che ha invaso la corsia opposta. Il conducente dell'utilitaria non è riuscito ad evitare l'impatto.

 

>LE IMMAGINI DELL'INCIDENTE, Rafotocronaca

 

Lo scontro, tra Tantlon e le saline, è stato violento e i due coniugi, residenti a Forlimpopoli, hanno perso la vita sul colpo. Si tratta di Libero Marchi, 67enne di Santa Sofia, e della consorte Paola Moretti, 60enne di Cesenatico,  Ferito il conducente del suv, A.M., un ravennate di 22 anni, trasportato all'ospedale di Ravenna per le cure del caso. Sulla dinamica dello schianto indagano i Carabinieri della Compagnia di Cervia e Milano Marittima. Non si esclude un improvviso colpo di sonno da parte del ragazzo.

 

Oppure il fatto che sia stato tradito dall'asfalto reso viscido dalla pioggia caduta nel cuore della nottata. Sul posto, oltre ai militari dell'Arma, erano presenti i sanitari del "118" e i Vigili del Fuoco, che hanno proceduto all'estrazione dei cadaveri dalle lamiere dell'accartocciata "Punto". La strada è stata chiusa al traffico per alcune ore, con deviazione sulla viabilità locale. Entrambi i veicoli sono stati posti sotto sequestro.


Cervia, schianto frontale sulla Cervese: muoiono due coniugi

Commenti (24)

  • Avatar anonimo di matteol
    matteol

    Gim si e' probabilmente sbagliato a scrivere: gli incidenti causato da alcool e droghe, secondo gli ultimi dati ACI, sono circa il QUATTRO per cento, non il 40. La maggior parte sono causati da alta velocità, distrazioni e mancato rispetto dei segnali (precedenze, semafori, stop, ecc.).

  • Avatar anonimo di piras
    piras

    Come al solito chi uccide con l'auto ha sempre migliaia di attenuanti: la strada stretta, l'educazione dai genitori, la mancanza di un poliziotto ogni 100 metri a qualsiasi ora (tanto sono gratis)...I controlli ci sono e spesso fanno strage di patenti, inoltre non siamo bambini di 2 anni che fanno cio' che gli pare finche non vengono fermati: siamo persone responsabili dei nostri comportamenti anche quando non ti guarda nessuno. O no? P.s. X Gim : il 40 % ti sembrano pochi?!?!?!?!?

  • Avatar anonimo di Gim
    Gim

    @materazzi Grazie

  • Avatar anonimo di Gim
    Gim

    @Luigi Filippo E se il ragazzo non era nè alticcio, nè assonnato, bensì intento a scrivere un sms??? Ma lo sapete che gli incidenti causati da alcool e droghe sono meno del 40%! Le regole della strada vanno rispettate tutte, chi scrive un sms mentre guida è pericoloso quanto un alticcio al volante.

  • Avatar anonimo di aaa
    aaa

    Quante altre persone innocenti dovranno perdere la vita prima che si decida di fare qualcosa?

  • Avatar anonimo di Luigi Filippo
    Luigi Filippo

    Ci vorrebbero più controlli da parte della polizia stradale lungo la strada cervese sopratutto nelle notti di venerdì , sabato e domenica... e ci vorrebbero pene ben più severe per coloro che vengono sorpresi alla guida ubriachi... vedremo se questo drammatico incidente ha insegnato qualcosa...

  • Avatar anonimo di materazzi
    materazzi

    Gim Bravo

  • Avatar anonimo di Luigi Filippo
    Luigi Filippo

    sì certo colpa della strada, magari se fosse stata a 4 corsie il 22enne avrebbe travolto 2 macchine anzichè 1....

  • Avatar anonimo di saw
    saw

    Caro il bio adesso quindi cosa vogliamo dire che se la strada era più larga non sarebbe successo?no il problema è un'altro ci vuole rispetto ed educazione anche nel guidare non perchè si ha la macchina grossa si può fare lo "SBORONE" ......e sopratutto anche in questo caso come per"LE BRAVE PERSONE" che delinquono in Italia ci vogliono pene severissime e carcere duro...(no a guardare la tv ma a testa bassa a rompere pietre) ci scommettiamo che nel giro di poco tempo cambierebbero tante cose....poi che le strade vadano sistemate è un'altro discorso.....

  • Avatar anonimo di Gim
    Gim

    @ materazzi Pesi e dimensioni sono corretti, sei tu quello poco informato e per quanto riguarda la dialettica, mi pongo come mi pare. Quest'anno ne faccio 45 e un tempo gli "stravolti" si contavano su parecchie dita, centinaia di alberi costeggiavano la cervese, non c'erano autovelox o pene severe per gli alticci e le macchine non avevano di certo le sicurezze come quelle di oggi. A proposito, sono un genitore con 2 figli....

  • Avatar anonimo di Marc
    Marc

    Cari signori, non mettiamoci la coscienza a posto dando la colpa alla strada che in questo caso NON C'ENTRA UN ACCIDENTE! Qui c'è qualcuno che colpevolmente si è probabilmente addormentato. Io sono tornato tante volte dal mare la mattina presto, ma se ero "COTTO" o guidava un mio amico oppure, se ero da solo, visto che i km da percorrere, come nel caso in oggetto,non sono tantissimi, mi fermavo a fare un pisolo anche solo di pochi minuti e magari mi aiutavo con caffè. Il colpo di sonno non arriva MAI come un fulmine a ciel sereno.......

  • Avatar anonimo di materazzi
    materazzi

    Per Gim Su pesi e dimensioni delle auto dovresti informarti meglio sei un poco impreciso, sul modo di porti e di esprimerti direi che sei ancora un bimbo, per quello che riguarda le nottate in riviera hai ragione , tutti le abbiamo fatte e tutti siamo tornati a casa al mattino, con la sola differenza che un tempo gli " stravolti " come li chiami tu si contavano sulle dita di una mano e tutti gli altri erano lucidi e attenti. Occhio alla strada Gim....e se percaso nella tua cerchia di amici c'è qualche " stravolto " ....portalo a casa tu.

  • Avatar anonimo di il bio
    il bio

    la colpa sicuramente sara' anche del ragazzo che ha invaso la corsia di marcia e tutto quello che vi pare pero' voglio ricordarvi che la cervese e' stata costruita 60 anni fa da mussolini e tutt'ora e' ancora l'unica strada che ci porta al mare....... io credo che se ci sono ancora tutti sti incidenti la colpa sia da attribuire in parte alle amministrazioni locali e se vogliamo anche alla regione emilia romagna che non ha ancora trovato la soluzione per ampliare la strada o per lo meno costrurne una piu sicura..... data l'alta densita' di traffico che e' destinato solamente ad aumentare sempre di piu....

  • Avatar anonimo di futurino
    futurino

    REDAZIONE SIATE PIù DISCRETI CON LE FOTO IN ALLEGATO AGLI INCIDENTI GRAZIE!!! PUBBLICATE IL MESSAGGIO !!!

  • Avatar anonimo di paolo reloaded
    paolo reloaded

    Sentite condoglianze ai familiari delle vittime. Spero che presto chi commette queste tragedie della strada finisca dritto in cella dove merita di stare per molto molto tempo. Siamo troppo buoni con queste persone non sbattendo il loro volto in prima pagina e nascondendo il loro nome e cognome dietro alle lettere iniziali.

  • Avatar anonimo di Luigi Filippo
    Luigi Filippo

    In galera probabilmente il 22enne non ci andrà... ma spero che passi il resto dei suoi giorni a risarcire i figli di questi 2 poveri genitori... Da forlivese porgo sentite condoglianze alla famiglia

  • Avatar anonimo di Gim
    Gim

    Ma che cavolo "sparate" tra tutti????(giornalista in primis) Quel mezzo non è un suv, bensì un dodge caliber, peso e dimensioni come il golf o la bravo o mercedes classe b. E vero, tocca i 200 km/h come il 90 per cento delle auto che sono in commercio e a 22 anni la patente ce l'hai da 3 , quindi non si è più "neo". Molto probabilmente non stava rispettando i limiti di velocità, questo sì. Sicuramente era stravolto dopo una nottata di bagordi e l'incoscienza di mettersi alla guida fà di lui un assassino (omicidio colposo). Poi c'è la "fatalità"....c'è forse tra Voi qualcuno che non è mai tornato a casa alle 7 della mattina dopo una nottata in riviera?

  • Avatar anonimo di elenaf.
    elenaf.

    Due persone meravigliose ci hanno lasciato.. un dolore incolmabile per le figlie, i fratelli, i nipoti, gli amici e tutti coloro che li hanno conosciuti nella quotidianità della loro vita semplice.. ma ricca di amore, generosità, rispetto. Il loro esempio è diventato un seme dentro ai nostri cuori e ci aiuterà ad andare avanti..come loro avrebbero voluto

  • Avatar anonimo di Marc
    Marc

    E poi vedrete che questo "signore" se la caverà anche con poco...PURTROPPO!Andrebbero "Svegliati" prima certi personaggi.....

  • Avatar anonimo di L'uomo qualunque
    L'uomo qualunque

    O forse la morale è diversa e non ha relazione alcuna con la classe sociale, ma è legata alla indolenza di chi permette a soggetti pericolosi, spesso di ogni età, di circolare a velocità assurde, compiendo manovre surreali. Se ci fossero controlli seri, severi e continui e non solo qualche autovelox messo a fare cassa per l'ente locale di turno molti imbecilli non avrebbero più modo di girare in quanto sarebbero spesso senza patente, senza auto (sequestrata) e senza soldi (multe salate). Peccato che questi poveri morti resteranno impuniti e la stessa cosa potrebbe capitare a chiunque di noi, in ogni momento. Le strade sono percorse da persone prive di ogni rispetto e senza alcun buon senso ed il pericolo arriva spesso da ogni parte, pedoni, ciclisti, motociclisti, auto grandi e piccole, sembrano tutti circolare come se le strade fossero deserte ed aperte solo a loro. In ogni caso anche se il frontale fosse stato tra una punto ed una panda a certe velocità c'è poco da fare, il morto ci scappa di certo.

  • Avatar anonimo di piras
    piras

    Questo e' omicidio colposo. Purtroppo la strada, come lo stadio, ha una filosofia del diritto diversa da tutto il resto. Non verra' punito se non per il ritiro della patente, contro il quale fara' ceratmente ricorso.

  • Avatar anonimo di materazzi
    materazzi

    Un ventiduenne a bordo di un mezzo per lui sproporzionato,ad un ventiduenne non dovrebbe essere permesso di utilizzare certe auto, l'incoscienza e il mancato senso del pericolo fanno di questi tristi ragazzi involontari carnefici, in casi come questi si dovrebbe perseguire i genitori, le smanie di grandezza accecano ed allontanano dal senso della misura. Poveri figli.

  • Avatar anonimo di cesare b.
    cesare b.

    E' una tragedia. Questo prima di tutto. Ma il fatto che una strada che collega un Comune di 120.000 abitanti sia la stessa da 40 anni pesa sulla coscienza di molte persone, una strada che dovrebbe essere a due corsie per entrambi i sensi di marcia.

  • Avatar anonimo di alessio
    alessio

    la morale è sempre la stessa... chi ha i soldi per comprarsi le macchine più grosse vive, chi è una persona normale e si può permettere una macchina normale muore... invece di "migliorare" la sicurezza delle macchine sarebbe utile che le facessero andare più piano! certo che un suv che pesa come un camion e che può fare più dei 200 km/h che fa un frontale con una punto... queste sono le conseguenze!

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -