Cervia, un brindisi per festeggiare la fine della raccolta del sale

Cervia, un brindisi per festeggiare la fine della raccolta del sale

CERVIA - Mercoledì 7 Settembre alle 11.30 nello Stabilimento della Salina di Cervia si festeggia la conclusione della raccolta del sale, terminata in questi giorni, alla presenza del Sindaco di Cervia Roberto Zoffoli, il Presidente della Provincia di Ravenna, Francesco Giangrandi, del Presidente del Parco del Delta del Po, Massimo Medri e delle rappresentanze delle organizzazioni economiche e sociali cervesi.

Malgrado le condizioni meteorologiche avverse - si è trattato di una delle primavere ed estati più piovose da molti anni a questa parte - nell'aia dello stabilimento salifero sono stati ammucchiati circa 40.000 quintali di sale dolce, in linea con  la produzione media degli ultimi anni.

 

 

In effetti il cattivo tempo aveva fatto temere il peggio. La produzione si è concentrata in 25-30 giorni, fra fine giugno e fine luglio, quando il clima estivo ha raggiunto una sufficiente stabilità, consentendo ai cristalli di sale di formarsi e depositarsi nei bacini per uno strato di 3 centimetri e mezzo, poco più della metà di quelli presenti nell'estate dello scorso anno, poi, in agosto, fino all'inizio della raccolta, subito dopo Ferragosto, è stato un rincorrere le piogge per proteggere il sale depositato sul fondo dei bacini. Proprio l'obiettivo di mettere a sale un intero rango di tre bacini e non un solo bacino come negli anni scorsi, ha consentito di salvare la stagione e raccogliere il quantitativo sufficiente a garantire il fabbisogno fino alla prossima stagione.

 

Gran parte del merito del risultato ottenuto va alla professionalità e all'impegno delle maestranze che si sono dedicate, anche in condizioni così difficili, a raggiungere un risultato che neppure i più ottimisti avevano sperato.

 

Gli effetti della stagione piovosa si sono riflessi anche sulla produzione della Salina Camillone, che quest'anno si aggira sui 300 q.li.

 

Note positive provengono invece dai dati sulla diffusione e la vendita dei prodotti della salina: un'estate d'oro che ha visto battere tutti i record di fatturato in una fase di ristagno dei consumi e di crisi economica. I primi otto mesi del 2010 vedono infatti un incremento del fatturato per la vendita dei prodotti alimentari e del benessere di oltre il 19% sull'anno precedente, confermando un trend di sviluppo che non ha visto

interruzioni nei sei anni di vita della società Parco della Salina.

 

Molto positivi anche i dati sulle visite in salina giunte quest'anno a fine Agosto a 22.350 visitatori, con un incremento del 10% sul 2009, a conferma del crescente interesse anche sul versante turistico della salina.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -