Cervia: un cesenaticense sul 'trono' del Palio della Voga

Cervia: un cesenaticense sul 'trono' del Palio della Voga

CERVIA - Il cesenaticense Giacomo Fusconi ha vinto il 17° Palio della voga di Cervia, la rappresentante di Cavallino Tre Porti Silvia Scaramuzza si è aggiudicata la gara del remo in rosa. Sono stati rispettati i pronostici quindi, vista l'assenza in campo maschile di Antonio Greco (vincitore nel 2007), e quella reiterata in campo femminile di Simona Tarlazzi. Non c'è stato niente da fare insomma, nella finalissima, per Alex Guardagli.

 

Ma il Marinaio di salvataggio ravennate ha tutto il tempo per rifarsi,  e digerire gli oltre due secondi di distacco che gli ha rifilato l'avversario, visto che è solo alla seconda partecipazione; oltretutto, ha ottenuto l'attestato per la "Miglior voga" assegnato a chi abbina potenza e stile. Fusconi dal canto suo, se l'è cavata con un tempo onesto (1.47'.20"), decisamente lontano da quello ottenuto nella incandescente semifinale dell'anno scorso con Greco, quando erano rimasti entrambi sotto il minuto e 45 secondi.

 

Al terzo posto si è poi classificato il riminese Denis Borghini, mentre sul quarto gradino del podio è salito un altro rematore di Cesenatico, Marco Graffiedi. Fusconi ora ha eguagliato il numero di vittorie dell'amico Greco, pari a 4; il record però è detenuto sempre dal cervese Giorgio Sacchetti, con 5. Entrambi potrebbero cercare di eguagliarlo il prossimo anno, ma domenica sera non se la sono sentita di ipotizzare il futuro. "Mi spiace - ha detto il vincitore con accanto il grande assente - che Antonio abbia rinunciato, con lui la gara sarebbe stata ancora più avvincente, ma me la sono guadagnata lo stesso. Siamo entrambi trentenni, e non so se sia arrivato il momento di  fare largo ai giovani".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nella 13° edizione del Palio rosa invece, la Scaramuzza ha potuto beneficiare anche dell'infortunio della ravennate Annarita Baldini, che era in testa a pochi metri dal traguardo, ma le è letteralmente scivolato il remo di mano. La veneziana, che l'anno scorso aveva corso per Jesolo, ha chiuso con un tempo poco superiore ai 2 minuti. Per lei però, che ha anche ottenuto il titolo della "Miglior voga", la strada per eguagliare il record  di Simona Tarlazzi è ancora lunga: le mancano 4 vittorie. "Corro per chi mi offre di più - ha comunque detto al microfono - anche se abito a Venezia. Per l'anno prossimo quindi, è ancora tutto da decidere, ma intanto mi godo una affermazione davvero sudata". Alla regata sui mosconi rossi, che ha chiuso la settimana della voga, hanno assistito oltre 3000 persone. La tribuna a nord del porto canale, sebbene raddoppiata, si è rivelata insufficiente. E lungo i restanti 250 metri del percorso di gara, compreso il ponte mobile, la gente era pigiata come le sardine per potere assistere alla manifestazione, che ha avuto in Cino Ricci il solito speaker d'eccezione.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -