Cervia: una Pasqua da celebrare in dialetto al Museo del Sale

Cervia: una Pasqua da celebrare in dialetto al Museo del Sale

CERVIA - Per i "Romagnoli veri"  il giorno 11 aprile è in programma il primo degli appuntamenti al museo del sale di Cervia con le visite guidate in dialetto Romagnolo.

Con queste iniziative MUSA vuole contribuire  con un piccolo intervento a mantenere  viva  la lingua locale che nel passato era più usata  dell'Italiano e che oggi invece purtroppo i giovani faticano a  conoscere. Il dialetto, al pari di una  lingua a sé  ha infatti dato vita ad una vera e propria tradizione letteraria  che affonda le radici nel passato, fin dal 1500 con sonetti,  commedie,  poemi e poesie. Ancora oggi la lingua viene mantenuta in vita da associazioni di amatori, poeti e letterati che continuano a scrivere in dialetto come il nostro Tomino Baldassari o il conosciutissimo  Tonino Guerra  Numerosissime inoltre sono le commedie in dialetto che  probabilmente danno  un forte contributo  alla conservazione e alla diffusione dei dialetti. 

 

La visita guidata al museo del sale in dialetto romagnolo  offre  una opportunità culturale  interessante ma al tempo stesso un momento giocoso  di aggregazione utile anche per  rinfrescare la nostra memoria su una  vera e propria lingua  con regole sue ma soprattutto con termini che in alcuni casi  difficilmente possono essere "tradotti " nella lingua italiana senza perdere la completezza  del significato dialettale . L'iniziativa ci riporta indietro nel tempo e ci fa rivivere un suggestivo passato visitando il museo mentre si ascolta il racconto  dei salinari  nella atmosfera affascinante di un idioma originale  e particolarmente espressivo. Si tratta di una  lingua peraltro che varia nella distanza di pochi chilometri con piccole o grandi differenze sia di accenti che di termini.

 

Chi vuole quindi può anche "confrontare" le particolarità dei dialetti  delle aree limitrofe.

Si parte quindi nel periodo pasquale con il primo appuntamento con le visite guidate in dialetto che continueranno nel periodo primavera/estate  L'appuntamento è per sabato 11 aprile  alle ore 16.00 a MUSA. E' necessaria, per ragioni organizzative, la prenotazione( costo 2€ a persona)

U s'fa un zir a ‘vdé  e' Museo de' Sèl ad Zìria. Un salinèr ad chi bun, u v'cuntarà un pô ‘d stôria dal salêni e dla nosta zitè.

Tnìv int la mênt che us scór sól e' dialét rumagnól!

Par andèi bsogna sgnès prema,  e ciamè e' nómar 338 9507741.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 "Ancora una volta- dichiara l'Assessore alla Cultura Alberto Donati-  abbiamo scelto di  fare cultura in  modo ludico e informale poiché abbiamo verificato in varie occasioni che  anche il  pubblico adulto ama  mettersi  in gioco  sperimentando  proposte culturali inconsuete. Questo non significa certo abbassare il livello intellettuale,  ma  al contrario rappresenta  un modo per unire cultura a divertimento. Un sentito ringraziamento va naturalmente al Gruppo Culturale Civiltà Salinara che anche in questa occasione mette a disposizione la propria esperienza e disponibilità"

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -