Cesare Battisti, Mastella: ''Evitare latitanza di questo farabutto''

Cesare Battisti, Mastella: ''Evitare latitanza di questo farabutto''

MILANO - Estradizione per Cesare Battisti. Lo ha chiesto l’Italia in un documento ufficiale al Brasile. L’ex militante della lotta armata è stato condannato nel nostro paese all’ergastolo, ma di fatto non sconterà la pena poiché nel paese sudamericano il carcere a vita non esiste.

"Bisogna evitare a tutti che prosegua la latitanza di questo farabutto. E' mia intenzione non lasciare nulla di intentato e spero al piu' presto di ottenere l'estradizione di Cesare Battisti". Lo ha dichiarato il ministro della Giustizia, Clemente Mastella, che oggi ha partecipato a Milano ad una cerimonia pubblica promossa al palazzo dei Giustizia, replicando a chi lo aveva criticato per aver segnalato alle autorita' brasiliane che in Italia chi viene condannato all'ergastolo ha comunque diverse possibilita' di essere liberato prima del cosiddetto 'fine pena mai'.

"Il ministero ha presentato la domanda di estradizione al Brasile", ha detto la portavoce del Guardasigilli Clemente Mastella, confermando la richiesta di trasferire in Italia Battisti, 52 anni, arrestato nel marzo scorso a Copacabana dopo la fuga dalla Francia nel 2004.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Cassazione francese ha respinto oggi il ricorso di Cesare Battisti contro l'estradizione in Italia, confermando la sentenza della Chambre d'Instruction emessa in agosto.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -