Cesena: 27 mln di euro per le sedi universitarie

Cesena: 27 mln di euro per le sedi universitarie

CESENA - Sfiora i 27,5 milioni di euro l’impegno finanziario dell’Università di Bologna per le sedi dei corsi cesenati. La parte del leone, con 24,5 milioni di euro, la fa il nuovo campus nell’ex Zuccherificio, destinato ad accogliere le facoltà di architettura e ingegneria: attualmente è in corso la progettazione esecutiva, con l’obiettivo di avviare entro l’anno le procedure per la gara d’appalto. Ad esso si affiancano altre opere, per circa 3 milioni di euro, che serviranno a rafforzare la presenza universitaria a Cesena attraverso la costruzione di nuove strutture e il miglioramento di quelle già esistenti.


Questo, in estrema sintesi, il robusto piano di intervento 2007 approvato nei giorni scorsi dal polo scientifico didattico di Cesena.

“Solo per le opere di manutenzione e di adeguamento – specifica l’assessore alla Pubblica Istruzione e Università Daniele Gualdi - sono stati stanziati 865mila euro, per una serie di lavori che interesseranno i laboratori di Villa Almerici, la sede di Psicologia in piazzale Aldo Moro, la sede di Architettura di Viale Europa, la sede di Ingegneria di via Genova e il Palazzo Mazzini Marinelli, utilizzato dal corso di laurea in Scienze dell’Informazione. Ma soprattutto mi preme porre l’accento sul nutrito pacchetto di nuove attuazioni, che consentiranno di mettere a disposizione nuovi spazi a servizio dell’attività didattica e amministrativa. Infatti, oltre al nuovo campus dell’ex Zuccherificio, sono previsti interventi per un ammontare complessivo di 2 milioni e 167mila euro”.


Grazie a tali investimenti saranno realizzati:

- una sala studio e audio, uno spazio per ricercatori e due aule nel palazzo Mazzini Marinelli;

- una biblioteca e una sala studio presso Villa Almerici;

- il centro linguistico interfacoltà con sale studio nella ex palazzina della Guardia di Finanza in via Martiri della Libertà;

- un archivio del Polo Universitario presso palazzo Urbinati;

- una sede della facoltà di ingegneria in via Venezia e una in via Cavalcavia;

- nuovi uffici per la logistica del Polo di Cesena in via Gaspare Finali.


Alcuni di questi interventi sono già in corso. Anzi, entro la primavera dovrebbero essere pronti gli interventi a Villa Almerici e a Palazzo Urbinati, mentre è ormai prossimo al traguardo anche il recupero dell’ ex palazzina della Guardia di Finanza, dove è previsto che i lavori si concludano entro il prossimo luglio. L’immobile di proprietà comunale è stato concesso in uso all’Università di Bologna a titolo gratuito per la durata di 15 anni. Quest’ultima si è fatta carico di tutti gli oneri necessari per la progettazione e l’esecuzione dei lavori di ristrutturazione e di adeguamento della struttura, che una volta terminata non sarà a disposizione dei soli studenti universitari, ma dell’intera città.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Stiamo assistendo – conclude l’assessore Gualdi - a un momento di grande crescita per le strutture universitarie della nostra città, che testimonia l’impegno dell’ateneo di Bologna per il nostro polo didattico. E in questo quadro non bisogna dimenticare, accanto agli interventi dell’Alma Mater, altre iniziative importanti, come ad esempio il recupero dell’ex Macello, realizzato da privati e i cui lavori sono partiti nei mesi scorsi. Ricordiamo, infatti, che anche questa struttura, collocata in una zona strategica, è destinata prevalentemente agli universitari, e metterà a disposizione 60 posti letto, aule di studio e altri spazi e servizi”.


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -