Cesena, 600mila euro tagliati alla cultura, più fondi per l'istruzione

Cesena, 600mila euro tagliati alla cultura, più fondi per l'istruzione

Cesena, 600mila euro tagliati alla cultura, più fondi per l'istruzione

CESENA - Secondo le previsioni di bilancio, nel 2011 il Comune di Cesena dovrà tirare la cinghia. Non saranno toccati i servizi sociali, la formazione e l'istruzione, mentre le altre voci segnano diversi meno. Spiccano i 600mila euro tolti alla cultura e i quasi 140 mila in più per la pubblica istruzione. Il Sindaco, Paolo Lucchi: "E' stato difficile redigere il bilancio preventivo. Ci sono stati imposti troppi tagli e non avevamo prospettive. Da oggi inizia un confronto con la città".

 

"Una dieta drastica", imposta dalla necessità di rispettare quanto stabilito dalla manovra finanziaria del Governo. "Non sapevamo dove tagliare, perchè non c'è niente da tagliare" dicono dal Municipio che, anche se con meno risorse, ha programmato come assicurare le funzioni di amministrazione, controllo e gestione del territorio. Senza contare che il Comune vanta un credito nei confronti dello Stato di quasi 12milioni di euro, maturati dal 2000.

 

Tra i proventi dei servizi pubblici, le contravvenzioni sono stimate al ribasso. Per il 2011 si prevede un 16% in meno derivante dalle sanzioni. Si aspettano, invece, 284mila euro in più di utili dalla gestione dei parcheggi. Che sia un segnale per i cittadini? Ben 455mila euro in meno alle consulenze. Un taglio netto in tutti i settori, che, da poco meno di un milione e due passano a 718mila.

 

Spazio agli investimenti. Sul podio delle scommesse dell'Amministrazione ci sono l'Ambiente e l'Energia, con più di 5 milioni di investimenti. A seguire la scuola con 4 milioni e 300mila e la casa (2milioni e 56mila). Tra le "Opere varie" spunta lo stanziamento di 730mila euro per il parcheggio dell'Osservanza, nonostante le proteste di alcune associazioni della città che chiedono di destinare queste risorse ad altri servizi.

 

"Quella di oggi è una presentazione tra le più importanti dell'anno - ha dichiarato il Sindaco Lucchi - I mesi di preparazione sono stati difficili. Non si vedeva la luce per i troppi tagli e le poche prospettive. Pur dovendo fare delle scelte, abbiamo ragionato con carattere politico e quindi in maniera razionale. Il Bilancio è stato completamente approvato dalla maggioranza".

 

Alessandro Mazza

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di pigia
    pigia

    Che tristezza!!! seppelliscono la cultura sotto l'asfalto dei parcheggi!

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -