CESENA - A Pievesistina due giorni dedicati alle energie rinnovabili

CESENA - A Pievesistina due giorni dedicati alle energie rinnovabili

CESENA – Sarà il ministro dell’Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio ad inaugurare giovedì 29 marzo la seconda edizione di “Agrofer”, il salone dedicato ad Agroenergie, Risparmio energetico, Bioedilizia in programma il 29 e 30 marzo al Centro congressi di Pievesistina, a Cesena. Da qui riparte la sfida per aumentare la quota di produzione energetica da fonti rinnovabili (in Italia pari al 7%), molto inferiore rispetto alla media mondiale (dove la quota di rinnovabili è al 13%).


AGRO FER vuole “costruire” un momento espositivo sul tema delle energie rinnovabili. «E’ l’unico appuntamento in Italia rivolto al settore agricolo -sottolinea Domenico Scarpellini, Presidente di Cesena Fiera- durante il quale vogliamo fare il punto sulla situazione in Italia, con l’obbiettivo di diffondere la cultura delle energie rinnovabili, sensibilizzare operatori e cittadini, far conoscere tecnologie e opportunità».


La questione energetica rappresenta sempre di più un elemento strategico delle politiche ambientali e di quelle economiche. E’ ormai una necessità produrre energie da fonti rinnovabili per sostituire quelle fossili che coprono l’80% del fabbisogno . E lo si può fare in maniera compatibile con l’ambiente ed allo stesso tempo dare reddito all’agricoltore. Pertanto Agro Fer diventa la vetrina del percorso che porta a costruire un territorio in cui esista un rapporto con la filiera. Non solo, ma dove, oltre a produrre agroenergie, si possa risparmiare con la bioedilizia e, magari, –produrre calore ed elettricità.


C’è l’esigenza di colmare un divario: a livello mondiale la quota di energia prodotta da fonti rinnovabili è al 13,3 %, mentre in Italia rappresenta poco più del 7% del consumo. E questo 7% è formato da idroelettrico e geotermia, che coprono il 65% del totale, biomasse e rifiuti appena il 30,5 %, mentre è quasi irrilevante l’apporto di eolico e solare (2,7%).
E l’Unione Europea sta orientandosi per portare -entro il 2020- al 20% la quota dell’energia derivata da fonti rinnovabili in tutti i 27 Paesi.


La stessa Finanziaria recepisce la diffusione delle energie da fonti rinnovabili. Pertanto il settore agricolo può diventare un importante protagonista nel campo delle energie rinnovabili attraverso colture dedicate, biomasse agroforestali, residui zootecnici e agroindustriali, fonti solari o eoliche che potranno produrre elettricità, calore, biocombustibili.


AGROFER, rappresenta una iniziativa innovativa per il territorio emiliano-romagnolo ed è realizzata in collaborazione con C.R.P.V, CENTURIA-RIT, AGESS, C.I.S.E, ENEA- ERG Laboratorio Energia, Istituto Nazionale di Bioarchitettura, CNA Econaturale, rappresenta un momento di informazione, promozione e divulgazione sulle energie rinnovabili, di confronto tra i soggetti coinvolti nelle nuove filiere.


Dopo la prima edizione dello scorso anno rivolta soprattutto al mondo agricolo, la gamma espositiva viene estesa anche a tutta una serie di settori e comparti, dalle applicazioni alla componentistica, mentre la convegnistica punterà su incontri e workshop riconducibili ai due grandi temi delle Agroenergie e del Risparmio energetico e Bioedilizia.
Non solo, ma accanto allo “Spazio Presentazioni” vi saranno stand dove cittadini e aziende potranno chiedere informazioni per l’utilizzo e/o trasformazione verso l’energia da fonte rinnovabile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


Gli incontri a carattere tematico avranno un approccio operativo e una breve durata in modo da favorire l’incontro con le realtà espositive dei diversi settori. Si inizia giovedì 29 marzo, alle ore 9.30 in Sala Europa con il Convegno “Politiche di programmazione e sviluppo per le rinnovabili in Italia”, che verrà concluso dal Ministro dell’Ambiente Pecoraio Scanio. Si prosegue alle ore 14.30, sempre in sala Europa, con il workshop “Filiere Agroenergetriche – Esperienze a livello nazionale ed europeo”, altro workshop in Sala Verde, alle ore 15.30 “Il risparmio energetico: un obiettivo prioritario per la sostenibilità ambientale”. Venerdì 30 marzo alle 10.00 in sala Europa c’è il Convegno “La valorizzazione delle biomasse ad uso energetico sul territorio provinciale”, alle ore 10 in Sala Verde inizierà il workshop “Il risparmio energetico: agevolazioni finanziarie e incentivi”. Alle ore 12 in Sala Verde si terrà il workshop “Fotovoltaico, eolico: opportunità economiche e prospettive di sviluppo”, che alle ore 14.30 in Sala Europa ci sarà il seminario “Accettabilità sociale degli impianti energetici”, mentre alle 15.30 in Sala Verde inizierà il seminario “Energie rinnovabili: educazione, formazione e informazione”.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -