Cesena, a "Saporie" anche le delizie di Mercato Saraceno

Cesena, a "Saporie" anche le delizie di Mercato Saraceno

MERCATO SARACENO - Mercato Saraceno sarà presente a Saporìe, il Festival del Cibo di Strada, organizzato dalla Confesercenti Cesenate, Slow Food Cesena e Conservatoire des Cuisines Méditerranéennes, che si terrà a Cesena il prossimo fine settimana nelle giornate del 25, 26 e 27 settembre 2009, con il Guson Fret, il crescione fritto che appartiene ad una tradizione del comune della valle del Savio. L'intervento al Festival è stato voluto dall'assessore al Turismo di Mercato Saraceno, Raffaele Giovannini, e sarà curato dallo chef per passione Romano Lucchi e dalla associazione "Band Selvaggia", di San Romano.

 

Anni fa (nel 2005) c'è stato a Mercato Saraceno un primo recupero di questa antica usanza gastronomica, ancora nella memoria di tanti, curata da Slow Food Cesena e dalla associazione culturale "Fogli Volanti", in collaborazione con la Pro Loco che hanno organizzato proprio la "Festa de Guson Frèt", legata ad un incontro con lo scrittore ed esperto di tradizioni popolari Eraldo Baldini.

 

Fin dal dopoguerra era consuetudine, a Mercato Saraceno, da parte di alcune osterie o di alcune "casalinghe neoimprenditrici", produrre i guscioni (crescioni) fritti che poi venivano venduti per strada da numerosi ragazzini. I "gusun" venivano messi l'uno sopra l'altro su un vassoio, coperti da un tovagliolo e tenuto sulle braccia dal ragazzo che li andava a proporre nelle fiere, nei mercati, alle partite di calcio, nelle piazze affollate e persino ai pescatori che giungevano sin da Bologna per gettare la lenza nel Savio.

 

Vittorio Tonelli ricorda che i giovani venditori di "gusun fret" mercatesi, nel dopoguerra andavano in bicicletta a vendere anche nella piazza di Sarsina, vestiti "professionalmente" con giacchette bianche. Una antica tradizione quindi, che è andata avanti fino all'inizio degli anni settanta e che poi si è persa; forse per le caratteristiche poco "dietetiche" di questo gustosissimo cibo di strada mercatese.

 

Ora è probabile che, dopo il Festival del Cibo di Strada, a Mercato Saraceno si riprenda il percorso di valorizzazione di questa ghiotta tradizione.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -