Cesena, Acer. Di Placido (Pri): "Inchiesta si unisce alla perdita di 500mila euro"

Cesena, Acer. Di Placido (Pri): "Inchiesta si unisce alla perdita di 500mila euro"

CESENA - "Il fatto che siano stati consegnate 10 informazioni di garanzia a  dipendenti, ex dipendenti e Presidente di Acer, sembra indicare che l'ipotesi di reati collegati alla pubblica amministrazione investe una significativa parte dell'attività della società in questione". Luigi Di Placido, capogruppo del Pri a Cesena, interviene sulla questione Acer, sottolineando, però, di attednere le indagini delle autorità giudiziarie e di non voler " condanne prima che queste siano, eventualmente, comminate in maniera definitiva".

 

"Tutto questo si unisce alla ben note vicende legate alla perdita di 500.000 Euro in investimenti rischiosi - fa notare Di Placido -, che i Repubblicani per primi hanno denunciato sin già dal Giugno scorso, venendo per questo querelati".

 

"E' da tempo che sottolineiamo la necessità di una accurata indagine sull'operato e la gestione delle Società partecipate dal Comune di Cesena e dei suoi rappresentanti in esse - prosegue l'esponente dell'Edera -, convinti come siamo che troppo spesso, oggi,  le appartenenze e le tessere di partito prevalgano su capacità e professionalità".

 

"La decisione assunta dall'Assemblea dei Soci di poco tempo fa, di sfiduciare a tempo l'attuale dirigenza mantenendolo in carica fino ad Aprile 2010 - aggiunge Di Placido -, crediamo vada rivista, anche per permettere uno svolgimento sereno delle indagini: per questo motivo chiediamo per l'ennesima volta, oggi con ancora maggiori motivazioni, le dimissioni immediate del cda in carica, avviando una nuova fase delle politiche abitative con una rinnovata progettualità affidata a nuovi personaggi".

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -