Cesena, acqua frizzante dalla fontana: ecco la 'Casa dell'Acqua'

Cesena, acqua frizzante dalla fontana: ecco la 'Casa dell'Acqua'

Cesena, acqua frizzante dalla fontana: ecco la 'Casa dell'Acqua'

CESENA - I cesenati hanno a disposizione una fontana di acqua pubblica filtrata, refrigerata e, volendo, gasata, a cui approvvigionarsi. E' stata inaugurata, infatti,  lunedì mattina in via IV novembre la prima ‘Casa dell'acqua' della Romagna, così come previsto dal protocollo d'intesa siglato nell'autunno scorso da Comune, Hera spa, Romagna Acque e Adriatica Acque nell'ambito della Settimana Europea per la riduzione dei rifiuti.

 

Al taglio del nastro erano presenti il Sindaco di Cesena Paolo Lucchi, l'Assessore alla Sostenibilità Ambientale del Comune di Cesena Lia Montalti, il Direttore Hera Sot Forlì - Cesena Franco Fogacci, il Presidente Romagna Acque Spa Ariana Bocchini

 

Collocata in via IV novembre, la casa dell'acqua di Cesena si presenta come un chioschetto con una base di  1,50 x 1,50 metri, alto 3 metri. Tecnologicamente avanzatissima, è dotata al suo interno di macchinari in grado di erogare acqua liscia a temperatura ambiente, refrigerata e gassata refrigerata.

 

La realizzazione della ‘casa dell'acqua' mira a incentivare il consumo di acqua pubblica (che in assoluto è la più controllata) anche come bevanda, e questo ha un particolare significato soprattutto da un punto di vista ambientale.

 

L'Italia detiene il primato europeo di acqua minerale in bottiglia: ogni anno ne consumiamo 194 litri a testa. Ma la confezione (in bottiglie di plastica) e il trasporto (principalmente su gomma) dell'acqua minerale ha enormi ripercussioni sull'ambiente, in termini di emissioni di gas serra e di rifiuti prodotti.

 

Ecco perché l'iniziativa della casa dell'acqua rientra pienamente nel più vasto programma avviato dall'assessorato alle Politiche Ambientali del Comune di Cesena per la riduzione della produzione dei rifiuti e l'abbattimento dell'emissione di anidride carbonica, i cui interventi hanno ricevuto anche contributi dall'Unione Europea tramite il finanziamento di circa 110mila euro del progetto Zerotrade (di cui è capofila proprio il Comune di Cesena).

 

I vantaggi della casa dell'acqua

E' ecologica: con essa si favorisce la riduzione di anidride carbonica e petrolio dovuti alla produzione del PET. A ciò si aggiunge un'ulteriore riduzione di anidride carbonica provocata dalle emissioni dei gas di scarico dei TIR che trasportano le bottiglie in plastica. Senza dimenticare il vantaggio determinato dalla presenza di minor materiale plastico da smaltire.

E' economica: grazie ad essa i cittadini possono avere un risparmio significativo rispetto all'acquisto di acqua minerale in bottiglia. Senza contare la riduzione dei costi di smaltimento delle materie plastiche.

 

Le modalità di utilizzo della casa dell'acqua

L'erogazione è programmata per rilasciare 1 litro d'acqua; tra un'erogazione e l'altra è previsto un tempo di arresto di qualche secondo. È vietato l'impiego di contenitori di capienza superiore a 2 litri, quali taniche o altro.

L'acqua deve essere prelevata con bottiglie preferibilmente in vetro. In ogni caso, i contenitori utilizzati devono essere idonei per la conservazione di alimenti, puliti ed igienizzati.

 

Per agevolare l'accesso all'impianto, è possibile prelevare un massimo di 6 bottiglie. L'imbottigliamento, il trasporto e la conservazione dell'acqua sono a totale responsabilità dell'utenteL'impianto sarà attivo con orari diversi a seconda della stagione. Nel periodo dal 1 ottobre al 30 aprile sarà in funzione dalle ore 07.00 alle ore 22.00, mentre nel periodo dal 1 maggio al 30 settembre lo sarà dalle ore 06.00 alle ore 24.00.

 

L'erogazione dell'acqua gassata refrigerata avviene ad un costo di 5 centesimi di euro a litro. La scelta di mettere a pagamento il prelievo di acqua gasata è stata determinata dall'intento di evitare fenomeni di accaparramento o sprechi.

 

Il pagamento potrà essere effettuato con monete da 5cent-10cent-20cent-50cent-1€-2€, utilizzando l'apposita gettoniera, oppure tramite la chiavetta elettronica ricaricabile che può essere richiesta al numero verde gratuito 800 323 800.

 

La gettoniera non dà resto: in caso di utilizzo di moneta di taglio superiore a 5cent/€ è possibile prelevare tanti litri d'acqua quanto l'importo immesso. È consigliabile consumare l'acqua prelevata nell'arco di 24 ore, tenuto conto anche del naturale decadimento della gasatura.

 

Per prelievi di acqua a temperatura ambiente ed eventuali risciacqui di contenitori si consiglia l'utilizzo della fontanella posta a fianco della struttura. Per saperne di più su qualità e controllo dell'acqua distribuita nel tuo Comune visita il sito www.gruppohera.it

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Comune di Cesena ha partecipato alla realizzazione della casa dell'acqua con un finanziamento di 8.500 euro e si farà carico delle utenze che rientrano nei costi di gestione del servizio.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -