Cesena, aggrediti verbalmente i ciclisti "pro" centro chiuso. Il PdL: "Manifestazione flop"

Cesena, aggrediti verbalmente i ciclisti "pro" centro chiuso. Il PdL: "Manifestazione flop"

Cesena, aggrediti verbalmente i ciclisti "pro" centro chiuso. Il PdL: "Manifestazione flop"

CESENA - Cittadini e le associazioni Miz, Lasciateci l'aria per respirare, amici della bici sono scesi in piazza, sabato 2 febbraio, a favore dei trasporti alternativi per raggiungere il centro. L'auto? Nei parcheggi scambiatori. Il corteo non è passato inosservato. Appena partiti una commerciante li ha aggrediti verbalmente. La protesta ha coinvolto circa una cinquantina di persone, un numero che fa dire al PdL che si è trattato di un "flop".

 

> LE FOTO DELLA PROTESTA DEI CICLISTI (di A. Mazza)

> AUTO IN CENTRO, COSA NE PENSI? SONDAGGIO

> LE RAGIONI DEI FAVOREVOLI E DEI CONTRARI

 

Erano in circa 50 in piazza della Libertà per dire sì a un centro pieno di biciclette e di cesenati che lasciano l'auto nei parcheggi scambiatori. "La polemica auto sì auto no non è efficace - dice un rappresentante - La nostra proposta è quella di fare una tavola rotonda con pubblica amministrazione, commercianti e associazioni ambientaliste. Non vogliamo togliere visite al centro, anzi. Chiediamo che l'amministrazione si impegni a promuovere iniziative che portino persone ma con trasporti che non inquinino".

 

Il corteo non è passato inosservato e non solo per lo scampanellio continuo delle biciclette dei manifestanti. Non appena partiti da Piazza della Libertà, il gruppo è stato aggredito verbalmente da una commerciante: "Vi dovete vergognare, così ci togliete il lavoro. Avete migliaia di piste ciclabili". Impossibile ogni forma di dialogo visti gli urli della intervenuta.

 

Il punto di partenza è simbolico visto che il "parcheggio delle Poste" dovrebbe diventare off limits per le auto. Lungo il percorso, il corteo ha sfilato affianco alle vetrine con ancora in mostra il cartello che riporta le critiche dei commercianti al Sindaco. Il primo cittadino è additato di voler "chiudere il centro" provocando meno passaggio anche di potenziali clienti. 

 

Fa riflettere come, da almeno due settimane, quindi in tempi non sospetti, diversi esercizi del centro abbiano già abbassato le serrande. La sera, invece, la zona di via Cesare Battisti è completamente deserta, stessa sorte per Piazza del Popolo attraversata solo da chi si prepara a tuffarsi nella mischia di locali di corso Garibaldi, fulcro della vita, e anche dell'economia, di cittadini ed esercenti.

 

Un commento a caldo viene da Riccardo Cappelli, Consigliere comunale Pdl: "E' stata un flop la manifestazione organizzata in modo più o meno spontaneo dai pedoni e ciclisti in Piazza della Libertà, ora bisognerebbe riflettere se sia davvero utile dividersi in favorevoli o contrari alle auto in centro, con posizioni radicali come quelle assunte dagli Amici della Bici negli ultimi giorni. L'obiettivo di un centro storico più vivibile, più frequentato e magari pedonalizzato, è condivisibile sulla carta, ma per essere praticato sono necessari due parcheggi nelle immediate vicinanze delle mura".

E ancora Cappelli: "Se gli autobus e i parcheggi scambiatori infatti possono rappresentare una soluzione valida per alcune categorie di lavoratori, di certo non è pensabile che tutti i cittadini che devono recarsi in centro per esigenze di qualche ora possano parcheggiare in zona Ippodromo e aspettare l'autobus. Oltretutto ci si dimentica che in centro, oltre ai negozi, ci sono ancora (e per fortuna) servizi importanti come gli uffici comunali: per molti cittadini raggiungere il centro in auto è una necessità, non un vezzo come qualcuno vorrebbe far credere. Questa Giunta rischia di essere ricordata per aver messo una pietra tombale su qualunque ipotesi di rilancio del centro, a vantaggio dei grandi centri commerciali amici".

Alessandro Mazza

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


Cesena, aggrediti verbalmente i ciclisti "pro" centro chiuso. Il PdL: "Manifestazione flop"

Commenti (9)

  • Avatar anonimo di benni
    benni

    Sono un ciclista e pedone favorito dal fatto di abitare vicino al centro storico . La realtà è che Cesena è molto inquiinata e piena di polveri sottili molto nocive. La responsabilità non credo sia il traffico nel centro urbano ma una viabilità contorta: la secante doveva sistemare tutti i disagi e la via Emilia diventare un viale cittadino Inoltre tutto il sistema della circolazione mi sembra fatto apposta per raggiungere i vari centri commerciali costruiti a ridosso del centro storico Un altra cosa: chiedo solidarietà a tutti gli amici della bici : mio figlio di 14 anni (abituato fin da piccolo ad usare la bici) è caduto a causa di una cattiva manutenzione delle piste ciclabili di Viale Carducci per le nevicate dello scorso anno : risultato 5 giorni a casa e bici da buttare .. Alla richiesta di danni il comne ha risposto: siamo assicurati.. ma voi l'avete sentita l'assicurazione ???

  • Avatar anonimo di Matiz Mazzoni
    Matiz Mazzoni

    Caro Cappelli, se io ho bisogno di andare in Comune secondo te è meglio lasciare la macchina in Viale Mazzoni pagando non si sa per quanto tempo o venire col 4 dall'ippodromo senza l'ansia della multa?

  • Avatar anonimo di miniera
    miniera

    vorrei sapere in quale zona di Cesena abitano quei ciclisti;forse nel centro storico?se si parliamone se no cosa vogliono,una isola pedonale a casa degli altri....

  • Avatar anonimo di Alessandro
    Alessandro

    Dio grazia che non sono state fatte foto dall'alto. C'erano si e no 40 persone. Meglio che si sia ripreso il messaggio da mandare più che il numero delle persone che c'erano

  • Avatar anonimo di alessandrat
    alessandrat

    concordo in pieno con l'uomo qualunque.. tutto gira attorno al soldo come al solito.. ma visto che ci sono persone che sanno ciò che è meglio per cesena a partire dal orientamento politico non vale neanche la pena di lasciare un parere positivo o negativo........

  • Avatar anonimo di J. Dorian
    J. Dorian

    Le foto sono un poco ingenerose con una iniziativa che comunque mi vede favorevole, e questo a prescindere da colori e appartenenze. Solo una osservazione: se si voleva più gente bisognava mettere sotto al cartello anche una scritta tipo "Berlusconi dimettiti" oppure "La dignità delle donne è contro il il Governo" o cose così. Lo so, non c'entra niente ed è pure fuorviante, ma oggi lo si fa con tutto (per vedere libri, servizi, abbonamenti a riviste, capi di abbigliamento, serate a tema, eventi) e, mi dicono, con ottimi risultati in termini di fatturato da parte delle imprese che lavorano nell'indotto dell'indignazione popolare. In questo caso il fine avrebbe giustificato i mezzi: molte più persone a favore di una iniziativa buona, che avrebbero consolidato il sindaco nel suo giusto proponimento. Avanti così.

  • Avatar anonimo di L'uomo qualunque
    L'uomo qualunque

    Finalmente Cesena si è svegliata! Anche noi avremo un centro storico ben chiuso al traffico e sprangato a doppia mandata, popolato solo da tanti autobus, da simpatici ciclisti e da bambini che mangiano lo zucchero filato, mentre gli usignoli cinguettano. Siamo alle solite ridicolaggini. Con la scusa di tutelare la salute dei cittadini provvediamo a chiudere il centro e ad installare un bel sistema elettronico che multi tutti quelli che passano senza i dovuti permessi (vedi Bologna ed altri capoluoghi dell'Emilia). Risultato: in centro continueranno a girare molti mezzi inquinanti (però solo se possiedono i permessi); chi gestisce i mezzi dei trasporti urbani avrà tanti nuovi abbonamenti e migliorerà il proprio bilancio; chiuderanno varie attività commerciali e qualcuno acquisterà a prezzo iniquo molti immobili che perderanno valore; si incasseranno tanti soldini in più, derivanti da multe, senza fare nulla di serio per la salute dei cittadini. Ed il bello è che ci sono delle brave persone che credono ancora che queste crociate siano fatte per proteggere la loro salute. Mah

  • Avatar anonimo di Alessandro
    Alessandro

    concordo pienamente con mm77. E' stata una bella testimonianza di persone che sanno dire la propria in maniera pacifica

  • Avatar anonimo di mm77
    mm77

    Ero presente, e posso testimoniare che erano anche meno quando è partita l'iniziativa, ma questo perchè molti non ne sapevano nulla e già riempivano il centro usando i mezzi pubblici. Una volta partito il corteo altre persone si sono aggregati molti altri. Per quanto ne possa dire una certa opposizione, per una triste motivazione di contrapposizione politica, la manifestazione è stata veramente ben riuscita. E la salute dei cittadini nonchè la vivibilità del centro storico non dovrebbe avere un colore politico.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -