Cesena, ai nastri di partenza il mercato degli agricoltori

Cesena, ai nastri di partenza il mercato degli agricoltori

CESENA - Dall' 8 maggio prende il via il mercato degli agricoltori di Cesena, che da ora in poi, ogni  mercoledì e sabato dalle ore 7 alle ore 13 (in coincidenza con il mercato ambulante), sarà allestito nell'area predisposta in via IV novembre (lato fiume Savio).

 

Istituito dal Comune di Cesena secondo quanto previsto in materia dal Ministero delle Politiche Agricole, e affidato all'organizzazione e gestione della Confederazione Italiana Agricoltori Forlì-Cesena e della Federazione Provinciale Coltivatori Diretti Forlì-Cesena, il mercato dell'agricoltore è stato presentato questa mattina nel corso di una conferenza stampa a cui hanno preso parte fra gli altri il Sindaco di Cesena Paolo Lucchi, l'Assessore all'Economia del territorio, industria e artigianato, commercio e sistema agro-alimentare Orazio Moretti, il Presidente Confederazione Italiana Agricoltori di Cesena Guglielmo Mazzoni, il Vicepresidente Federazione Provinciale Coltivatori Diretti Forlì-Cesena Roberto Moretti, il Direttore Federazione Provinciale Coltivatori Diretti Forlì-Cesena Anacleto Malara, il responsabile Federazione Provinciale Coltivatori Diretti Cesena Angelo Mazza,

Werther Vincenzi della Confederazione Italiana Agricoltori di Cesena e i produttori Cristian Canini e Piero Zamagna.

 

 

Obiettivo: promuovere la qualità locale

Principale obiettivo dell'iniziativa è quello di valorizzare i prodotti agricoli di qualità del territorio e di promuoverne la diffusione fra i consumatori, puntando a garantire l'offerta e la varietà più ampia possibile di prodotti locali, anche in base alla stagionalità.

Proprio in nome della tutela della produzione locale, nel regolamento che ne disciplina il funzionamento, è stato specificato che possono parteciparvi solo gli imprenditori agricoli le cui aziende si trovano in Emilia Romagna, dando la precedenza alle aziende del comune di Cesena e della provincia di Forlì - Cesena e a quelle dedite alla vendita di prodotti protetti da marchi di qualità (Dop, Igp, Dogc ecc.), dei prodotti tradizionali, dei prodotti biologici o ottenuti da lotta integrata.

Ovviamente, i prodotti commercializzati devono provenire dalle loro aziende.

 

Produttori e prodotti presenti

Al mercato partecipano 26 imprenditori agricoli, di cui 11  sono di Cesena, 9 sono provenienti da altri Comuni del comprensorio (Montiano, Longiano, Roncofreddo, San Mauro Pascoli, Sarsina, Mercato Saraceno), mentre i restanti 6 vengono dal Forlivese (Forlì, Bertinoro, Castrocaro, Portico-S. Benedetto, S. Sofia).

Chi si recherà  al mercatino non troverà solo frutta e verdura, che naturalmente rappresentano la parte predominante dell'offerta (sono proposti da quasi il 60% dei partecipanti), ma anche: vino (6 banchi), olio (4 banchi), uova (1 banco), formaggi (4 banchi), confetture, sottaceti o altri tipi di ortaggi lavorati e trasformati (4 banchi), carne (2 banchi, di cui uno di pollo romagnolo), pane (1 banco), prodotti da forno (1 banco), farina (1 banco), fiori e piante (1 banco). 

 

La sede del mercato

Il mercato dell'agricoltore si svolge in un'area lungo via IV Novembre (lato fiume), collocata all'incirca all'altezza del Caps, con un fronte che si affaccia sulla strada per 145 metri. Qui sono state individuate 15 postazioni di 4x3 metri destinate ad altrettante aziende partecipanti. Trattandosi, però, di stalli piuttosto grandi, è previsto che ognuno di essi possa essere occupato, eventualmente, anche da 2 aziende. Lo spazio è stato sistemato e attrezzato con una fontanella e due colonnine a scomparsa per la fornitura di energia elettrica. Il costo sostenuto per questi interventi ammonta a circa 25mila euro.

Il fronte stradale che costeggia l'area del mercato è stato riservato al parcheggio dei furgoni degli operatori e al carico e scarico per i clienti.

Si è scelto di ubicare il mercato dell'agricoltore, almeno in una prima fase, in quest'area tenendo conto  della sua relativa vicinanza al centro e alla zona del mercato tradizionale e, al tempo stesso, della possibilità di accedervi con l'auto per il carico e lo scarico. Dopo un periodo di rodaggio, sarà valutato se confermare questa sede o prendere in considerazione altre collocazioni.

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -