Cesena, al reparto di Urologia nuovo sofisticato ecografo

Cesena, al reparto di Urologia nuovo sofisticato ecografo

Cesena, al reparto di Urologia nuovo sofisticato ecografo

CESENA - Al reparto di Urologia nuovo sofisticato ecografo donato da Acistom, che scende in campo per sostenere attivamente lo sviluppo dell'Ospedale Bufalini di Cesena. Diagnosi sempre più precise e veloci e una migliore assistenza nella routine clinica. Sono questi i principali vantaggi di cui i pazienti possono beneficiare già da qualche mese grazie al "My lab", l'innovativo ecografo donato dall'Associazione Cesenate Incontinenti e Stomizzati ACISTOM.

 

La consegna dell'apparecchiatura, del valore di 30.000 euro, è avvenuta questa mattina, alle ore 12, alla presenza del direttore generale dell'Azienda Usl di Cesena Maria Basenghi, del sindaco di Cesena Paolo Lucchi, dell'assessore alle Politiche per la Salute del Comune di Cesena Simona Benedetti, del direttore dell'Unità Operativa di Urologia Andrea Turci, del presidente di Acistom Giordana Giulianini e del testimonial dell'Associazione cesenate, il giocatore del Cesena Calcio Luigi Piangerelli.

 

La nuova apparecchiatura, che si va ad aggiungere ad un altro ecografo già in uso da tempo in reparto, permette diagnosi sempre più accurate delle patologie urologiche e rappresenta un importante dotazione tecnologica innovativa finalizzata a diagnosi mirate. Anche sul piano chirurgico, il nuovo ecografo va a perfezionare le procedure endourologiche fino ad oggi eseguite, consentendo indagini molto più precise e sicure e quindi riducendo i rischi di eventuali possibili complicanze chirurgiche causate dalle manovre strumentali stesse. Inoltre, grazie alla sua maneggevolezza, il nuovo ecografo rende possibile eseguire gli esami direttamente al letto del paziente.

 

Con questa donazione, che arricchisce il parco tecnologico dell'Urologia dell'ospedale Bufalini, la dotazione degli apparecchi ecografici sale a due e ciò consentirà di eseguire contemporaneamente esami ecografici su pazienti diversi, con la conseguente riduzione dei tempi d'attesa sulle prestazioni. In media sono 900 gli interventi e circa 12mila le prestazioni erogate ogni anno dall'unità operativa di Urologia.

 

Sottolinea la presidente Giordana Giulianini come Acistom, a conferma del suo costante impegno nell'ambito della prevenzione e della cura, abbia potuto contribuire all'innovazione tecnologica del reparto grazie all'impegno dei propri volontari che hanno sensibilizzato alla partecipazione i cittadini del comprensorio cesenate. L'obiettivo dell'associazione è di acquistare a breve nuovi strumenti per il reparto di Urologia per migliorare la qualità della vita nel nostro territorio. Questa iniziativa si aggiunge a numerose altre iniziative che in questi anni ACISTOM ha intrapreso a sostegno dell'attività dell'Ausl di Cesena fra cui l'acquisto di un colonscopio con magnificatore di immagine e di un sistema per ecografie endoscopiche con minisonde per l'unità operativa di Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva, il finanziamento di una borsa di studio per il sostegno psicologico agli stomizzati e la partecipazione al programma di screening regionale per la prevenzione del tumore del colon-retto.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'Azienda USL di Cesena ringrazia pubblicamente Acistom per la generosa donazione, che oltre a testimoniare il concreto impegno profuso dall'associazione in ambito sanitario, contribuisce a consolidare un collaudato rapporto di fattiva collaborazione.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -