Cesena, al teatro Bonci "Freddo" di Lars Norèn

Cesena, al teatro Bonci "Freddo" di Lars Norèn

CESENA - Una delle più autorevoli voci della drammaturgia europea contemporanea, Lars Norén, incontra martedì 19 e mercoledì 20 aprile 2011 (ore 21) il pubblico del Teatro Bonci di Cesena: FREDDO, la nuova produzione di Emilia Romagna Teatro Fondazione, fresca di debutto, affida il testo dell'autore svedese alla regia di Marco Plini, giovane e promettente assistente di un maestro della scena come Massimo Castri.

 

Lars Norén, classe 1944, considerato l'erede di Strindberg, Bergman e O'Neill, ha scritto straordinari drammi incentrati sulla crisi della famiglia e della società contemporanee. FREDDO, nato da una lunga esperienza di lavoro in alcune case di reclusione svedesi, è un testo singolare e militante, che rivela l'esistenza nella società contemporanea di una violenza inaspettata e difficile da contenere: al centro le questioni del razzismo, del disagio giovanile e della xenofobia, temi oggi molto sentiti nei paesi scandinavi, dove il riemergere di fanatismi nazionalisti ha raccolto l'adesione dei più giovani, non soltanto delle fasce sociali più deboli.

 

Tre adolescenti si ritrovano a festeggiare la chiusura dell'anno scolastico in un parco giochi, in compagnia di qualche birra, e intonano cori nazisti mentre aspettano Kalle, un loro compagno di scuola di origine coreana che è stato adottato da una benestante famiglia svedese. L'arrivo di Kalle innesca un crescendo di tensione e violenza che culminerà nel più tragico degli epiloghi.

 

Uno spazio bianco disegnato da  Claudia Calvaresi fa da scenografia, trasponendo l'azione - che in questo caso sarebbe ambientata in un bosco - in uno di quei quadrilateri claustrofobici descritti in varie opere di Norén: secondo il regista, infatti, anche su questi personaggi incombono le tragedie familiari raccontate in altri drammi.

I quattro giovani interpreti sono Angelo di Genio, Michele Di Giacomo, Federico Manfredi e, nella parte di Kalle, Alessandro Lussiana, anche lui "straniero" adottato, come il suo personaggio.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lars Norén firma una denuncia lucida, un contributo alla riflessione e un inno alla cultura della tolleranza, sempre più necessaria per il futuro della nostra società.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -