Cesena, al via le prime borse lavoro previste nel protocollo d’intesa per l’inserimento sociolavorativo

Cesena, al via le prime borse lavoro previste nel protocollo d’intesa per l’inserimento sociolavorativo

Cesena, al via le prime borse lavoro previste nel protocollo d’intesa per l’inserimento sociolavorativo

CESENA - Stanno per prendere il via le prime borse lavoro previste nel protocollo d'intesa siglato a fine ottobre in Comune per favorire l'inserimento socio-lavorativo di disoccupati di lungo periodo, giovani in condizioni di grave svantaggio, ultrasessantacinquenni in condizioni di accertata difficoltà economica. Gli ultimi passaggi operativi si sono completati nei giorni scorsi, con l'accordo tecnico fra il Comune e le cooperative sociali Groupservice, Asso, Cils, Mandorlo e Cisa, che definisce i dettagli concreti di attuazione delle borse lavoro.

 

Ora è tutto pronto per l'inizio di questa esperienza. Dall'inizio di gennaio 9 persone che rientrano nelle categorie individuate e sono seguite dagli assistenti sociali del Comune, cominceranno a prestare la loro attività presso i servizi comunali attraverso le cooperative sociali, e la previsione è di attivare altre nove borse lavoro nelle settimane immediatamente successive, per incrementare progressivamente il loro numero fino al centinaio di borse lavoro previste nel corso del 2011.

 

"Tagliare questo traguardo ci riempie di soddisfazione - sottolineano il Sindaco Paolo Lucchi e l'Assessore alle Politiche per il Benessere dei Cittadini Simona Benedetti - perchè crediamo che in questo modo si offra un'opportunità importante a questi lavoratori e a tutti quelli che seguiranno nel corso del 2011. Si tratta di persone alle prese con difficoltà molto forti, per le quali l'accesso al lavoro rappresenta davvero una risposta significativa ai loro problemi. E vogliamo ringraziare le cooperative sociali che hanno aderito a questo progetto con disponibilità ed entusiasmo, confermando ancora una volta che nel nostro territorio la coesione sociale è forte e la solidarietà è radicata anche grazie allo straordinario lavoro svolto dal privato sociale. Una presenza non solo formale, ma attenta e vivace, sempre pronta a mettersi in gioco quando se ne presenta il bisogno"

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -