Cesena, al 'Bufalini' inaugurate due nuove sale per la Chirurgia Pediatrica

Cesena, al 'Bufalini' inaugurate due nuove sale per la Chirurgia Pediatrica

Cesena, al 'Bufalini' inaugurate due nuove sale per la Chirurgia Pediatrica

CESENA - Due nuove sale destinate all'accoglienza e al risveglio post operatorio dei bambini sottoposti a interventi chirurgici sono state inaugurate all'interno del blocco operatorio dell'ospedale Bufalini di Cesena. L'allestimento di entrambe le stanze, realizzate grazie al contributo di Hera Forlì-Cesena, è stato curato dallo Studio Juxi dell'artista Sally Gallotti, che già aveva realizzato l'umanizzazione pittorica della degenza pediatrica. Le due aree sono costate complessivamente circa 23.700 euro

 

L'inaugurazione si è svolta alla presenza del Direttore Generale dell'Ausl di Cesena Maria Basenghi, del Sindaco di Cesena Paolo Lucchi, del presidente Gruppo Hera Tomaso Tommasi di Vignano, del consigliere di Hera Spa Roberto Sacchetti, del Presidente del Comitato per il territorio Hera di Forlì-Cesena Paolo Talamonti, del vicario del Vescovo monsignor Virgilio Guidi e del capitano del Cesena Calcio Giuseppe Colucci, testimonial del progetto "Pediatria a misura di bambino" dell'Ausl di Cesena.

 

Il progetto di umanizzazione pittorica si inserisce nel progetto più ampio di ristrutturazione del blocco operatorio pediatrico, che prevede un percorso assistenziale strutturato per i piccoli pazienti e l'integrazione dei murales colorati con arredi e complementi coordinati affinché il piccolo paziente si possa distrarre giocando, riducendo l'ansia dei momenti che precedono l'ingresso in sala operatoria e dall'altro rendendo più dolce e meno traumatico il risveglio post operatorio.

  

Il percorso di chirurgia pediatrica

Il nuovo percorso di chirurgia pediatrica è un programma di cura che presta la massima attenzione allo stato psicologico del bambino e della famiglia e alla qualità dell'assistenza a 360 gradi.

 

La mattina dell'intervento gli infermieri dell'accoglienza/risveglio e di anestesia visitano i bambini insieme ai loro genitori. Durante l'incontro si presentano, informano il bambino e la famiglia sul percorso assistenziale e raccolgono i dati necessari a garantire la continuità delle cure. Un "dottore clown", appositamente formato e in contatto con il coordinatore della Pediatria del Bufalini, intrattiene il bambino in attesa dell'intervento per fargli vivere serenamente questo momento e lo accompagna, insieme a un genitore, all'area di accoglienza per la preparazione dell'operazione chirurgica. Il bambino e il genitore entrano insieme nella Stanza del Galeone (sala accoglienza) attraverso la porta di accesso posta nella sala di attesa esterna al blocco operatorio. Qui un infermiere dedicato assiste in ogni passo il bambino, mentre è cura del volontario tranquillizzare il bambino tenendo conto delle condizioni cliniche e dell'età. Il trasferimento del bambino in sala operatoria, accompagnato eventualmente dal genitore, avviene evitando il contemporaneo passaggio dei pazienti adulti. Durante l'intervento, l'infermiere dell'area assistenza/risveglio rimane con il genitore fornendogli tutte le informazioni necessarie per supportare la fase di risveglio del bambino e lo farà accomodare nella sala d'attesa vicina alla sala d'accoglienza. Terminato l'intervento e completata la fase di risveglio, il bambino è trasportato nella sala di post risveglio, la Sala Delfini, dove non appena le condizioni lo consentono viene fatto entrare anche il genitore per rimanere con il bambino fino al momento del suo trasferimento in reparto.

 

Le due aree, costate complessivamente circa 23.700 euro, sono state realizzate grazie a un finanziamento di Hera Forlì-Cesena (16.700 euro) e al ricavato della raccolta fondi portata avanti dall'Ausl di Cesena (circa 7000 euro) e accolta da numerosi cittadini e aziende del territorio, tra le quali Formula Servizi, Comce e Sidermec.

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -