Cesena, alla multisala Alladin il cortometraggio �Londra�

Cesena, alla multisala Alladin il cortometraggio “Londra”

CESENA - Martedì 18 maggio, alle ore 20:30 e alle 22:30, presso la Multisala Aladdin di Cesena, verrà proiettato per la prima volta il cortometraggio "Londra", diretto dal regista cesenate Matteo Medri. E' una produzione Cinearkè e Istituto Professionale di Stato per i Servizi Commerciali e Turistici "C.Macrelli".

 

L'iniziativa fa parte del Progetto "Una storia...La nostra", nato nel 2002 con l'obiettivo di aiutare i giovani a non "mitizzare" la televisione ed il cinema come un mero strumento di comunicazione ma renderli consapevoli dei trucchi e delle tecniche cinematografiche soprattutto per farli sentire protagonisti di "una storia dentro la storia".

 

Il progetto, che ha impegnato i ragazzi in un laboratorio lungo quattro mesi, è promosso e gestito dalla Cooperativa Sociale Arkè Arl di Cesena e dalla ditta di video produzione Limina Srl di Bologna. Vanta inoltre la collaborazione della Regione Emilia-Romagna, della Provincia di Forlì-Cesena e del Comune di Cesena rappresentato dall'Assessorato alla Cultura, dall'Assessorato alla Formazione ed  Istruzione e dall'Assessorato alle Politiche per il Benessere dei Cittadini.

Al progetto aderiscono gli istituti scolastici superiori I.TI. "B.Pascal", I.T. Agrario Statale "G.Garibaldi", I.Prof.le di Stato "I.Versari", I.T. per Geometri "L. da Vinci", I.T.C. "R. Serra", Liceo Classico "V.Monti", Liceo Scientifico "Righi" di Cesena affiancati da numerose associazioni quali l'Aquilone di Iqbal, Ass.i.pro.v, ass. Culturale Mok, Adamantina, Piccoli Passi, Papa Giovanni XXIII, Famiglie per l'Accoglienza e vede la collaborazione di multisala Aladdin, Teleromagna, Ge.Graf, pasticceria Olivi, panificio Franchini.

 

Per la costruzione del prodotto audiovisivo i ragazzi coinvolti sono diventati sceneggiatori, attori, produttori esecutivi, fonici, tecnici audio, truccatori, ecc., sperimentando una realtà parallela che si muove sulle medesime dinamiche che vivono ogni giorno nella vita reale. Attraverso il lavoro di gruppo gli studenti hanno potuto vivere concretamente l'importanza dell'interazione tra i membri della comunità in cui si vive e la forza che può nascere dalla sinergia di più individualità, riscoprendo valori quali collaborazione, tolleranza ed integrazione.

 

"Il progetto fa leva sulle potenzialità espressive della recitazione, dell'audiovisivo e del lavoro in equipe - dice il regista Matteo Medri di Limina Srl - Permette di incanalare l'energia e la voglia di mettresi in gioco in attività stimolanti e positive per la crescita dei ragazzi senza che siano costretti in atteggiamenti antisociali o di isolamento. Il tema affrontato quest'anno è poi per me avvincente, è la mia vita: il sogno. Poter fare un viaggio con i ragazzi all'interno dei loro desideri, delle loro aspettative e dei loro sogni, è stato molto interessante e coinvolgente. Durante tutto il laboratorio si sono condivisi "viaggi, storie ed esperienze". Scrivere poi la sceneggiatura utilizzando tutti gli ingredienti portati dai ragazzi e condivisi in gruppo in oltre 4 mesi di laboratorio, e poter aggiungere piccole parti di me qua e la nella sceneggiatura, in quanto pienamente in linea con il film, mi ha permesso sicuramente di realizzare un prodotto non falsato o non di pura fiction. Poi ovvio che la recitazione o tante piccole cose hanno le loro lacune, ma l'obiettivo del progetto non è quello di creare nuovi attori o fare i talent scout. L'obiettivo è quello di far capire ai ragazzi, facendoglielo provare, cosa significhi lavoro corale, lavorare con le emozioni ed imparare i vari linguaggi: visivo, uditivo e non verbale". 

 

E' inoltre possibile vedere dei promo del cortometraggio visitando il canale YouTube dell'Aquilone di Iqbal

 

Per informazioni: Associazione l'Aquilone di Iqbal 0547 353968

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -