Cesena, analisi sbagliate al laboratorio unico di Pievesestina? PdL interroga

Cesena, analisi sbagliate al laboratorio unico di Pievesestina? PdL interroga

Cesena, analisi sbagliate al laboratorio unico di Pievesestina? PdL interroga

CESENA - Marco Lombardi, del Pdl, ha rivolto un'interrogazione alla Giunta regionale in merito alla politica dei laboratori di area vasta e in particolare sul laboratorio unico di Pievesistina, a Cesena, che - riferisce - in base alle segnalazioni pervenute da diversi cittadini oltre ad arrecare "notevoli disagi" a pazienti affetti da particolari e gravose patologie invalidanti, in realtà sarebbe "fonte di intollerabili sprechi".

 

A titolo di esempio il consigliere segnala quanto accaduto ad una signora riminese di ottantacinque anni impossibilitata a spostamenti fisici in quanto collegata nel suo domicilio ad un sistema di respirazione meccanico. A seguito delle analisi su un prelievo di sangue della paziente, effettuate presso il laboratorio unico di Pievesistina, dalle quali emergevano valori di emoglobina particolarmente bassi e tali da giustificare la necessità di trasfusioni urgenti, - racconta ancora il consigliere - la paziente veniva portata in ospedale con l'ambulanza, ma una volta al pronto soccorso dell'ospedale di Rimini, ulteriori analisi del sangue mettevano in evidenza valori di emoglobina assolutamente nella norma e l'anziana signora, che non aveva necessità di alcuna trasfusione, veniva ritrasferita al proprio domicilio.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Considerato che la politica dei laboratori di analisi di Area Vasta Romagna ed in particolare, del laboratorio unico di Pievesistina, "avrebbe come obiettivo oltre al miglioramento della qualità delle prestazioni sanitarie anche l'ottimizzazione delle stesse con conseguente riduzione dei costi a carico dei cittadini", alla luce di quanto riferito Lombardi chiede alla Giunta regionale se non ritenga questo sistema particolarmente gravoso per i cittadini e per il bilancio regionale, ed in particolare, vuole sapere quanto sia costata la vicenda in questione al Servizio Sanitario Regionale.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -