Cesena, Angeli (Pli): "Boicottare le elezioni nei quartieri"

Cesena, Angeli (Pli): "Boicottare le elezioni nei quartieri"

Quando nella passata legislatura il PD presentò il nuovo regolamento per i quartieri, dopo la loro cancellazione voluta dal governo Prodi, io e la mia collega Celletti(oggi capogruppo della Lega) ne fummo tra i più convinti oppositori. Ritenevo allora infatti inaccettabile un sistema che riciclava un'istituzione pubblica abolita, come il quartiere, trasformandola in una cosa dal carattere giuridico dubbio e con aspetti non democratici al suo interno, come l'apertura al voto anche a soggetti non iscritti alle liste elettorali.

 

Inoltre c'è il forte sospetto, anche in base all'esperienza passata, che questi organi servano solo al partito più organizzato, il PD, per allargare le sue maglie di controllo e penetrazione della società. Allora il PD non aprì nessuno spiraglio al confronto e, forte dei suoi numeri, approvò ugualmente il regolamento nonostante la nostra ferma opposizione. A mio avviso quindi se il PD vuole davvero farsi delle nuove sezioni decentrate, quali potrebbero in pratica divenire i nuovi quartieri, sarebbe bene che se le facesse da solo. Per questo mi auguro che l'opposizione, tutta, decida di boicottare l'elezione di questi organismi lasciando che chi li ha voluti in quel modo se li faccia da solo.

Stefano Angeli

segretario comunale del Partito Liberale Italiano

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -