Cesena, Angeli (Pli): "Necessario un terzo polo liberale"

Cesena, Angeli (Pli): "Necessario un terzo polo liberale"

CESENA - Negli ultimi anni in tutta Europa i partiti liberali hanno ritrovato uno slancio straordinario, con risultati elettorali eccellenti che li hanno portati al sorpasso dei Laburisti in Inghilterra ed ad essere forza di governo in Germania. Questo è derivato dalla necessità di avere una forza terza, tra conservatori e socialisti, Più rivolta ai bisogni ed alle necessità del cittadino rispetto a chi spesso si contende il potere solo fine a se stesso, a volte mettendosi pure d'accordo pur di spartirne i vantaggi. Anche nel nostro Paese quindi, a mio avviso, sarebbe necessario ricreare oggi un terzo polo laico-liberale che sfugga alle logiche di tifo da stadio della politica nostrana. Logiche che impediscono vere riforme, soprattutto di stampo liberale, necessarie invece per la nostra economia e per l'ammodernamento dello Stato.

 

Riforme strutturali che in realtà non sembrano interessare né al PD né al PDL. Anche, e soprattutto, a Cesena credo ci sia necessità, per la nascita di questo terzo polo, soprattutto di fronte ad una situazione che vede il nuovo sindaco Paolo Lucchi abbandonare l'atteggiamento conciliante, che aveva assunto in campagna elettorale, per tornare alla vecchia arroganza del potere a cui eravamo abituati. Una arroganza assolutamente non contrastata da un'opposizione che appare a tutt'oggi debole, frammentata ed insolitamente molle. Inoltre s'avverte la mancanza totale, al momento, di una rappresentanza politica adeguata dei valori liberali che hanno contribuito enormemente alla fondazione della nostra Repubblica, valori che non si possono riscontrare in un PD che svolta decisamente a sinistra, ritirandosi nel momento di crisi nelle garitte degli ex DS. Né lo si trova in un PDL che ha escluso tutte le componenti liberali finendo per essere egemonizzato da ex DC di sinistra, soprattutto a Cesena, o da ex socialisti.

 

Per questo il PLI rinasce anche qui con lo scopo di fare da catalizzatore per questo terzo polo, e per questo fa appello al PRI, all'Udc e a tutti coloro che non si riconoscono nelle tifoserie di facciata per una collaborazione più stretta ed efficace, nell'interesse della città. Anche perché spesso le tifoserie si oppongono solo all'apparenza, ma tendono a mantenere invece uno status quo che fa comodo ad entrambi.

Stefano Angeli, Segretario del Partito Liberale Italiano di Cesena

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di Sam
    Sam

    L'appiattimento della destra nostrana è imbarazzante, intrisa di xenofobia e clericalismo medioevale. Per questo penso che una forza veramente liberale, laica e moderna serva a Cesena e al paese intero.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -