Cesena, Angeli (Pli): "Parcheggio di piazza della Libertà, rinuncia insensata"

Cesena, Angeli (Pli): "Parcheggio di piazza della Libertà, rinuncia insensata"

CESENA - Che il parcheggio pubblico interrato in Piazza della Libertà fosse osteggiato ideologicamente dagli ex diessini era cosa nota, l'allora capogruppo di quel partito Daniele Gualdi lo affermò in un faccia a faccia che facemmo presso la sede di un quotidiano locale ancora 6 o 7 anni fa.

 

Eppure che dopo che la necessità di questo progetto fu avvalorata dagli studi su traffico e parcheggi realizzati dal Comune nei primi anni ‘90, dopo che il progetto fu inserito nel Piano Parcheggi del ‘95, dopo che cittadini associazioni e forze politiche raccolsero ben 6000 firme a sostegno del progetto, dopo un concorso pubblico di idee costato diverse decine di migliaia di euro e dopo le assicurazioni dell'ex sindaco Giordano Conti, è difficile credere che abbia oggi prevalso l'approccio ideologico al problema su quello del buonsenso.

 

La giunta di Paolo Lucchi, ed il principale partito che la regge, dimostrano nei fatti ciò che si era intuito dal congresso nazionale del PD appena concluso, ovvero una decisa sterzata a sinistra, un ritorno al passato, all'ideologia di una sinistra che rinuncia a diventare moderna ed europea. Eppure oggi tutti dovrebbero riconoscere che l'ideologia rigida nelle cose pratiche provoca di solito danni, e danni gravi. Che Cesena necessiti, come tutte le città del mondo, grandi o piccole che siano, di un grande parcheggio sotterraneo a servizio del suo centro storico è talmente evidente da non essere nemmeno necessario spenderci altre parole, così come è evidente il fatto che il PD cesenate ritenga di poter continuare indisturbato la sua politica di musealizzazione del centro, con l'ovvio sacrificio di tante attività economiche che vi risiedono e che lo rendono vivo.

 

Un'opera di lenta eutanasia avviata da tempo e praticata rendendone difficile e costoso l'accesso a favore degli Iper ai quali è invece concesso accesso libero, linee bus dedicate, uscite della secante ad hoc e parcheggi a volontà e gratuiti. E' anche evidente che il sindaco e la sua maggioranza mostrano, con queste scelte esplicite e di una certa arroganza, di contare su una reazione piuttosto fiacca dell'opposizione attualmente in consiglio comunale.

Stefano Angeli, segretario comunale del Partito Liberale Italiano

Commenti (12)

  • Avatar anonimo di sgurbatt
    sgurbatt

    caro stefano...... di certo ho ben altro da fare che rispondere e commentare interventi di persone molto leggere come te e la tua madrigali ........non smettero' mai di ripeterlo non solo su questi blog ma anche in piazza.......politicamente ZERO. PUNTO !!!!........

  • Avatar anonimo di stefano
    stefano

    Legittimo il suo interesse personale a difendere i suoi personali investimenti caro Homer, ma l'interesse pubblico è un'altra cosa. Se vuole ignorare faccia pure, a me non fa differenza, io scrivo per coloro (e sono ancora abbastanza) che invece leggono. Tra questi sgurbatt, che dice sempre che conto zero, ma non manca mai di commentare uno solo dei miei interventi!

  • Avatar anonimo di Homer
    Homer

    Caro Angeli, lasci stare. Eviti di arrampicarsi sugli specchi. Le certezze sono poche. Intanto che è mio massimo interesse difendere un investimento economico ed occupazionale che lei nemmeno sa cosa significa. E pensare oggi il centro cittadino senza il suo parcheggio centrale occupato per dieci anni da un cantiere di cui si conosce l'inizio dei lavori e non la fine, mi sembra il modo migliore per farlo. Lei dica pure quello che vuole. Ai moltissimi che ignorano i suoi comunicati mi unirò pure io.

  • Avatar anonimo di sgurbatt
    sgurbatt

    caro Homer e' vero non perdere piu' tempo con uno che la sua vita politica e' pari a ZERO....meglio farlo perdere a lui e alla madrigali per sparare critiche ingiuste a cose e persone che nemmeno loro sanno.......sono solo dei voltagabbana.....

  • Avatar anonimo di stefano
    stefano

    Lei caro Homer perderà tempo, ma ne fa perdere pure a me. Lei è impreciso nei suoi ricordi o nelle sue informazioni. E' un pò difficile che io possa aver criticato lo studio sulle necessità di parcheggio di Cesena commissionato dall'allora giunta Preger perchè allora non mi interessavo ancora della politica amministrativa di Cesena, in seguito criticai le previsioni di fare tanti silos meccanizzati, che ritenevo, e ritengo, costosi e poco pratici. Non ho invece mai criticato le previsioni di posti auto necessari di quel piano, anzi secondo me oggi sono pure poche, essendo passati tanti anni. Le mie posizione in fatto di parcheggi sono così sballate che sono le medesime della maggior parte dei suoi colleghi commercianti nonchè delle principali associazioni di categoria, a qualcuna delle quali lei sicuramente è associato.

  • Avatar anonimo di Homer
    Homer

    Gentile Angeli, la mia mala educazione mi spinge anche a perdere tempo in contradditori con persone come lei, che poco hanno a cuore le reali necessità della città. Infatti nella foga della discussione lei arriva a sostenere tutto ed il suo contrario. Oggi guarda uno studio dell'allora sindaco Pregher, che quando venne commissionato criticò senza risparmio. Come è pronto a criticare qualsiasi cosa decida la maggioranza, per il semplice fatto che lo ha deciso la maggioranza. Non si capisce infatti come la logica possano sposare la condivisione della necessità di parcheggi con la critica sistematica a quelli che si decide di realizzare. Lasci perdere. Anche perchè la sua parte politica sembra non sentire la di lei mancanza.

  • Avatar anonimo di stefano
    stefano

    Dimenticavo un'ultima cosa, le norme di legge prevedono anche l'obbligo di realizzare uscite della secante in corrispondenza degli ipermercati e linee atr dedicate?

  • Avatar anonimo di stefano
    stefano

    Vedo che lei parla da parte in causa interessata, forse per questo si può comprendere la poca educazione con cui si esprime. Io non discuto della necessità dei centri commerciali di avere parcheggi ci mancherebbe, nè che sia previsto da norme nazionali o di Prg, semmai io i centri commerciali non li avrei fatti così a ridosso del centro storico, ma non è questo il punto. Il punto è che l'amministrazione dell'allora sindaco Preger fece fare a spese del comune uno studio sulle necessità di parcheggi pubblici a servizio del centro strorico che quantificò (nell' 89) la necessità di circa 600 nuovo posti auto, mai realizzati. Fu infatti deliberato un Piano Urbano dei Parcheggi che prevedeva 9 nuovi parcheggi a silos meccanizzato e 2 di tipo tradizionale, tra pubblici e privati. Solo una piccolissima parte dei quali realizzati coi silos della Barriera. Credo quindi legittimo che qualcuno, per fortuna non solo io, pensi che ciò sia insufficiente a vent'anni di distanza. E sto parlando di parcheggi, non di commercio, benchè le due cose abbiano dei punti in comune, ma i commercianti non sono i soli fruitori dei parcheggi nè gli unici a necessitarne la realizzazione...chiudo solo con una osservazione molto pacata, i toni demagogici in questi commenti mi pare ci siano, ma non da parte mia.

  • Avatar anonimo di Homer
    Homer

    Sottoscrivo che Lei non ne capisce del tema. Il riferimento al fatto che non sa di quello che parla è tangibile: per quello che riguarda i centri commerciali, i parcheggi di cui dispongono sono frutto di normativa nazionale (che prevede un numero di posti auto per volumetria costruttiva) e da scelte costruttive. Nel caso dell'ipercoop lungosavio i parcheggi sono frutto di una scelta costruttiva (era infatti possibile costruire due piani di commerciale ed uno solo di posteggi invece che due di posteggi ed uno solo di commerciale), quindi il comune non c'entra assolutamente. Sostenere che ai centri commerciali sono concessi posteggi gratuiti è una solenne cazzata. Sono certo anche che Lei non sappia che i commercianti dei centri commerciali sono tenuti a pagare fior di quattrini di spese per la manutenzione degli stalli. Provi Lei a chiederli a quelli del centro, cui tutto pare dovuto. Potrei continuare all'infinito, ma se vuole Le concedo la possibilità di invitarmi ad una riunione pubblica sull'argomento. Essendo di gran lunga uno dei maggiori investitori del centro storico, con il marchio "United colors of Benetton", Le fornirò alcune precisazioni, che , nel caso volesse continuare a dissertare sul mondo del commercio, la faranno sicuramente apparire più costruttivo e meno demagogico.

  • Avatar anonimo di sgurbatt
    sgurbatt

    Caro stefano........ ti ripeto.............. politicamente F I N I T O !!!!!!!!

  • Avatar anonimo di stefano
    stefano

    Insulto facile caro Homer, ma quali sarebbero le stupidaggini? Cosa sa lei più di me che questa vicenda la seguo da 15 anni e che sono stato tra quelli che hanno raccolto le 6000 firme a favore del parcheggio? Tutti stupidi, caro Homer?

  • Avatar anonimo di Homer
    Homer

    Purtroppo Angeli cambia il partito ma non perde il vizio di dire stupidaggini. Anche perchè dell'argomento non sa nulla, come la quasi totalità dei commentatori politici che pensano che per parlare di commercio serva solo fare shopping un paio di volte all'anno.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -