Cesena, aperture domenicali. Il Sindaco: "Noi siamo un paese di conservatori"

Cesena, aperture domenicali. Il Sindaco: "Noi siamo un paese di conservatori"

Cesena, aperture domenicali. Il Sindaco: "Noi siamo un paese di conservatori"

CESENA - Le domeniche in centro continuano ad essere un successo. "Anche ieri c'era moltissima gente - commenta il Sindaco, Paolo Lucchi - come ormai succede tutte le domeniche, il nostro centro è diventato un polo di attrazione non solo per i cesenati". Raggiunto l'accordo tra Comune e associazioni dei commercianti sulle tanto discusse aperture domenicali, "il numero di attività aperte - spiega Lucchi - è sufficiente a garantire un polo commerciale adeguato".

 

Ma dopo i cartelli di protesta esposti da alcuni commercianti contrari ai permessi straordinari accordati dall'amministrazione, arriva anche la raccolta firme del gruppo Famiglie scout Cesena 1 ed il Sindaco scrive agli interessati pronto ad incontrarli. Ma visto il grande afflusso di persone la domenica in centro e vista la non obbligatorietà delle aperture straordinarie, perchè si continua a protestare?

 

A dare una spiegazione il Sindaco: "Noi siamo un paese di conservatori, nel resto del mondo le attività restano da tempo aperte la domenica. Di questo si continuerà a parlare. Ci sono tre temi sui quali i cesenati amano discutere: calcio, (e ne hanno avuto occasione con la Nazionale), traffico e commercio".

 

"Il mio lavoro è decidere - conclude Lucchi soddisfatto - il nostro centro storico è il più frequentato di tutta la Romagna la domenica".

 

Chiara Fabbri

 

 

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di Sam
    Sam

    tranquillo sindaco, basterà appendere un crocefisso alla benetton e gli scout saranno contenti...

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -