CESENA - Approvato il budget 2007 dell'Ausl: investimenti sul laboratorio analisi unico

CESENA - Approvato il budget 2007 dell'Ausl: investimenti sul laboratorio analisi unico

CESENA - Completamento del laboratorio analisi unico di Pievesestina per Area Vasta e della piastra servizi a fianco dell’ospedale Bufalini; riduzione della spesa farmaceutica attraverso percorsi di maggior appropriatezza nella prescrizione dei farmaci, nuovo accordo locale con i medici di medicina generale, ampliamento della specialistica ambulatoriale, con l’obiettivo di ridurre i tempi delle liste di attesa. E ancora investimenti formativi a favore del personale e dello sviluppo tecnologico.

Sono questi gli obiettivi principali su cui l’Ausl di Cesena quest’anno ha stabilito di concentrare le forze e su cui conseguentemente sono state distribuite le risorse economiche previste in oltre 360 milioni di euro di beni e servizi, compresi i costi relativi al personale. Si tratta di un bilancio preventivo che, pur presupponendo importanti realizzazioni e azioni di sviluppo e di miglioramento dei servizi offerti, si prefigge un attento e costante controllo dei costi, allineandosi ai parametri stabiliti dalla Regione che indicano all’Ausl di Cesena per il 2007 un obiettivo economico pari ad una perdita 6,5 milioni di euro (ammortamenti pari a 7 milioni 267 mila euro esclusi). Un risultato che si presenta, oltre che in linea con la programmazione sanitaria regionale, estremamente migliorativo rispetto al deficit 2006. Lo scorso anno infatti, ricordato come l’anno nero per la sanità italiana, i tagli del 2,5 per cento della spesa sanitaria nazionale imposti dalla finanziaria Tremonti (quasi 9 milioni di euro trasferiti in meno dalla Regione rispetto al 2005) e gli oneri derivanti dall’applicazione del nuovo contratto del personale dipendente (per una spesa di oltre 9 milioni.), avevano fatto salire fino a 19 milioni di euro (ammortamenti pari a 6 milioni 872 mila euro esclusi), il disavanzo dell’Ausl cesenate.


I numeri e gli obiettivi della sanità cesenate di quest’anno sono contenuti nel documento di budget 2007, negoziato fra la direzione dell’Ausl cesenate e i dieci dipartimenti sanitari (sette ospedalieri e tre territoriali), assieme ai responsabili delle gestioni trasversali di risorse (personale, farmaceutica, beni e servizi, tecnologie informatiche, tecnologie biomediche, ufficio tecnico).

In relazione alle assegnazioni economiche, agli indirizzi programmatici, ai vincoli di spesa specifici stabiliti dalla Regione, e in base agli obiettivi di programmazione aziendale definiti dalla direzione generale, i dipartimenti sono stati chiamati a concertare la programmazione annuale, comprendente una previsione delle attività e dei relativi costi.

Sono stati negoziati con ogni dipartimento il volume e le tipologie di attività assistenziali da erogare, le azioni di sviluppo e di miglioramento dei servizi offerti e, conseguentemente, le risorse umane e strumentali che saranno assicurati a tutte le unità operative nel corso dell’anno.


Elemento caratterizzante e sfidante del 2007 è rappresentato dal nuovo accordo in corso di definizione con i medici di medicina generale che mira a ridisegnare in modo significativo l’organizzazione dell’assistenza territoriale con indubbi vantaggi per l’utenza. Il nuovo accordo, applicativo di accordo quadro regionale, prevede soluzioni innovative, quali l’apertura per dodici ore diurne degli ambulatori sede di nucleo a garanzia delle continuità assistenziale; l’informatizzazione diffusa che consentirà di mettere in rete le diverse sedi.


Fra i principali progetti in corso va ricordato il laboratorio unico di Pievesestina, con annessa officina trasfusionale, inserito nei programmi di area vasta Romagna, la cui realizzazione procede a passo spedito. Si tratta del nuovo maxi-laboratorio analisi romagnolo che occupa una superficie di circa 10.000 metri quadrati e servirà un bacino di utenza di quasi un milione di abitanti. Il nuovo laboratorio avrà il compito di eseguire tutti gli esami esterni e gli esami specialistici di secondo e terzo livello (circa 10 milioni di esami all’anno), attualmente effettuati dai sette centri presenti nell’area, divenendo il nodo centrale della rete dei laboratori della Romagna.


Tra gli investimenti più importanti in attrezzature sanitarie e tecnologia spiccano invece l’acquisto di nuove apparecchiature radiologiche, il rinnovo di alcuni ecografi, nuove apparecchiature per la medicina nucleare, oltre ad attrezzature fisse e mobili necessarie alla attivazione dei servizi che durante l’anno vedranno completata la fase di costruzione e di ristrutturazione (nuova unità coronaria e Terapia Intensiva Post Operatoria).

Uno stanziamento di 2,1 milioni di euro è stato invece dedicato esclusivamente allo sviluppo del progetto pluriennale del sistema informativo ed informatico aziendale.


Sul fronte del personale, il piano di budget 2007 assicura, in larga misura, la copertura del tourn over del personale sanitario, in particolare in quei settori che erogano prestazioni critiche in quanto a livelli di offerta di prestazioni e ai relativi tempi di attesa. Il “piano assunzioni” di quest’anno sarà inoltre orientato alla stabilizzazione di una quota importante del personale precario che si stima in circa 50 unità fra dirigenti e operatori sanitari.


“Nonostante il gran numero di azioni e iniziative previste e la continua attenzione al miglioramento dei servizi offerti e dei tempi di risposta, quello del 2007 è un documento di budget realizzato per governare i costi”, assicura il direttore amministrativo dell’Ausl Franco Falcini.

“Le operazioni che ci hanno consentito di riallinearci con le previsioni di budget stabilite dalla Regione (6,5 milioni di deficit, ammortamenti esclusi) spiega Falcini – sono infatti essenzialmente di doppia natura. Da una parte dipendono dal sensibile riequilibrio dei trasferimenti da parte della Regione (+ 6,83 nel 2007). Nel 2006, infatti, a causa dei tagli imposti dalla finanziaria, la Regione ci aveva trasferito quasi 9 milioni di euro in meno rispetto all’anno precedente”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“L’altra parte della manovra – conclude Falcini - deriva invece da un significativo raffreddamento dei costi il cui aumento viene per il 2007 contenuto all’1,75 per cento (l’indicazione regionale era di non superare il 2%) a fronte di un tasso inflativo annuo di oltre il 4%”.


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -