Cesena: approvato il Piano Esecutivo di Gestione 2010 del Comune

Cesena: approvato il Piano Esecutivo di Gestione 2010 del Comune

Cesena: approvato il Piano Esecutivo di Gestione 2010 del Comune

CESENA - Cinquantasette obiettivi strategici da raggiungere nel corso del 2010 per cominciare a tradurre in pratica i progetti indicati nel Piano di Mandato del Sindaco. E' questo, in estrema sintesi, il compito del Piano esecutivo di gestione per il 2010, approvato questa mattina dalla Giunta Comunale. Nel dettaglio, il 44% degli obiettivi individuati punta a migliorare l'efficienza dei servizi, mentre nel 42% dei casi è previsto il ricorso a innovazioni tecnologiche e organizzative

 

"Un'approvazione - sottolinea il Sindaco Paolo Lucchi - che per la prima volta arriva prima della fine dell'anno, a pochi giorni di distanza dall'approvazione del bilancio di previsione 2010".

 

"Se, infatti, il bilancio definisce le risorse economiche a disposizione dei vari settori comunali, è il Peg a indicare come queste risorse vanno utilizzate nel concreto, individuando gli obiettivi prioritari da perseguire nel corso dell'anno. La possibilità di avere a disposizione questo strumento fin dai primi giorni del nuovo anno è già di per sé un contributo importante per la piena efficienza dei vari settori, che in questo modo sono in grado da subito di essere completamente operativi, dal momento che solo con l'adozione del Peg possono cominciare a impegnare le risorse economiche a loro disposizione".

 

La messa a punto del Piano Esecutivo di Gestione è un compito cui tutti i Comuni sono chiamati su indicazione della legge 267/2000. Il Comune di Cesena, però, si caratterizza per aver inserito la predisposizione di questo documento in un sistema integrato di pianificazione e controllo che prende le mosse dal programma del Sindaco. I contenuti di questo documento servono a delineare il Piano di Mandato, individuare i grandi progetti da realizzare nell'arco dei cinque anni e a definire, anno per anno, attraverso il Peg, le azioni da compiere per raggiungere i risultati prefissati.

 

 "Possiamo dire - commenta il Sindaco - che il Peg è lo strumento indispensabile per passare dalle parole ai fatti. Infatti, ogni anno, attraverso questo documento, vengono messe nero su bianco tutte le tappe indispensabili per portare a termine un intervento. Questo permette anche di verificare facilmente a che punto è arrivato ogni singolo progetto, e questa possibilità è a disposizione di ogni cittadino, visto che già da alcuni anni il Peg viene pubblicato anche sul sito del Comune (e questa iniziativa è stata premiata anche dal Ministro Brunetta). Per il 2010 stiamo pensando di fare un ulteriore passo avanti, aprendo una finestra di confronto anche su Cesenadialoga e rendendo più facile la consultazione del documento".

 

A completare il quadro le circa 400 attività strutturali attraverso le quali il Comune esplica l'ampio ventaglio delle sue funzioni.

 

Fra gli obiettivi strategici un ruolo di primo piano è affidato alla semplificazione amministrativa e alla tutela dell'ambiente, con l'annunciato avvio entro i primi mesi del 2010 del nuovo Sportello del Cittadino, l'avvio della razionalizzazione dei regolamenti comunali, il rafforzamento dello Sportello Unico per l'edilizia e le imprese, il varo del Piano Energetico Comunale.

 

Ma l'elenco, naturalmente, è molto più ampio. Sempre sul versante ambientale, ad esempio, si collocano lo sviluppo della raccolta differenziata e della riduzione dei consumi e la predisposizione del primo bilancio ambientale del Comune, mentre per quanto riguarda l'organizzazione del Comune si punta con decisione al passaggio dagli archivi cartacei a quelli informatici e a potenziamento delle tecnologie informatiche per semplificare il rapporto fra i cittadini e la pubblica amministrazione attraverso la telematica. Previsto entro l'anno anche l'avvio della prima fase del progetto ‘Cesena Digitale' per il cablaggio con le fibre ottiche del territorio comunale.

Sul fronte sociale, fra i traguardi prefissati spiccano l'aumento della disponibilità di alloggi di Edilizia residenziale sociale e l'attuazione delle misure straordinarie a sostegno dei soggetti resi più deboli dalla crisi economica, mentre per quanto riguarda la pubblica istruzione, accanto a iniziative di sviluppo e qualificazione dei servizi rivolti all'infanzia, c'è l'impegno a rivedere la programmazione scolastica territoriale sulla base delle modifiche introdotte dalla riforma ministeriale.

 

Il settore Programmazione Urbanistica sarà impegnato, fra le altre cose, nella messa a punto di una Variante al Prg finalizzata alla semplificazione normativa e al rilancio dell'economia e nel riordino della procedura di approvazione dei Piani Urbanistici attuativi per ottimizzarne modalità e tempi.

Nel 2010, inoltre, si arriverà al progetto preliminare per la ristrutturazione del Palazzo comunale e, per quanto riguarda il project financing per la riqualificazione del Foro Annonario, sarà sviluppata la fase di individuazione del concessionario. Per quanto riguarda la mobilità, nel corso dell'anno si metterà mano alla revisione  del progetto per il parco-parcheggio dell'Osservanza e alla progettazione della rete di completamento delle piste ciclabili. In previsione anche l'esecuzione di uno studio di fattibilità per il controllo elettronico degli accessi alle zone a traffico limitato.

Per quanto riguarda le attività culturali, accanto alla pianificazione di nuovi servizi in vista dell'apertura della grande Malatestiana, si preannunciano varie iniziative tese a valorizzare il patrimonio culturale cesenate: fra le novità, un week end della cultura che sarà il preludio della Notte per la Cultura, una mostra estiva dedicata agli anni Sessanta, il rinnovo del Backstage Film festival e di Cliciak. Sul fronte turistico, infine, la previsione è di avviare un piano di marketing territoriale specifico.

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -