Cesena, appuntamento con la tre giorni del Cibo di strada

Cesena, appuntamento con la tre giorni del Cibo di strada

Cesena, appuntamento con la tre giorni del Cibo di strada

Torna il Festival Internazionale del Cibo di Strada, l'evento biennale che trasforma il centro storico di Cesena in una grande festa gastronomica dove unire convivialità, piacere, culture vicine e lontane, all'insegna della più antica, autentica e gustosa forma di ristorazione. La tre giorni si apre venerdì. Il sesto appuntamento si terrà dall'1 al 3 ottobre 2010. Il secondo giorno della manifestazione è in concomitanza con la notte bianca per la cultura, che nelle precedenti edizioni ha sempre riscosso un discreto successo.

 

Gli appuntamenti

 

Laboratori con degustazione

 

A cura dell'esperto giornalista "gastronomade" Vittorio Castellani aka Chef Kumalé, che ha collaborato come co-curatore della sezione internazionale del festival. In ogni incontro spiegherà, preparerà e farà degustare vari piatti tradizionali del mondo nell'apposito spazio all'interno dell'area Festival.

Durata dei laboratori: 60 minuti circa

 

SABATO 2 OTTOBRE

Ore 17,30 / Arepas, le "tigelle" di mais bianco targate Venezuela

 

Vendute ad ogni ora del giorno e della notte per le strade del Venezuela e in Colombia, queste deliziose focaccine di farina di mais bianco vengono farcite con i più svariati ripieni: salse, carne, verdure o formaggio. In questa Officina scopriamo la ricetta più raffinata: la arepa reina pepiada. Degustazione di arepas.

 

DOMENICA 3 OTTOBRE

Ore 11,30 / Street Couscous: quando la semola scende in strada

 

Benché il cous cous rappresenti il piatto delle feste nei paesi del Maghreb, da qualche tempo viene servito sempre più comunemente anche per strada, specie in piazza djema el Fna a Marrakech. Scopriamone la ricetta in questa singolare Officina. Si ringrazia Bia Couscous di qualità Made in Italy. Degustazione di cous cous.

 

Ore 17,30 / Acarajè, il simbolo della tradizione afro-brasiliana di Bahia. Acarajé è un piatto tipico della cucina afro-brasiliana, composto da un impasto di fagioli del tipo feijão-fradinho.Nonostante sia venduto nelle strade dello stato di Bahia, l'acarajé viene ancora considerato, dalle baiane adepte del condomble, un cibo sacro agli dei. Per questo motivo, la sua ricetta può essere preparata solo dagli adepti della comunità: i filhos-de-santo.

Degustazione di acarajé.

 

Incontri di gusto

 

Il Magazzino del Caffè del Mondo

Con degustazione guidata di caffé servito nei vari modi e nelle preparazioni diverse.

 

Cibo di Strada e prodotti locali - Qualità e tipicità, un binomio da difendere

SABATO 2 OTTOBRE ore 11,30. Convegno-incontro a cura di Fiepet Emilia-Romagna e Fiesa. Intervengono Corrado Barberis, professore emerito di Sociologia che ha dedicato una vita allo studio delle trasformazioni delle campagne italiane e oggi presiede l'Istituto nazionale di sociologia rurale; Silvio Barbero, vicepresidente Slow Food Italia.

 

La cultura agricola e alimentare del Brasile

SABATO 2 OTTOBRE ore 20,30

Incontro con il missionario saveriano Padre Primo Battistini.

A cura dell'Associazione Noi con Loro.

 

La mappa virtuale dei cibi di strada del Mediterraneo

VENERDÌ 1 OTTOBRE ore 21,00.

Il Festival ospita la presentazione in anteprima della prima mappatura virtuale sui cibi di strada dei paesi del Mediterraneo, consultabile su Google Maps, frutto di un lavoro di ricerca curato in collaborazione con l'Università degli Studi di Torino, Facoltà di Lingue e Letterature Straniere, Master di I livello - Viaggi Mediterranei e con la supervisione del giornalista "gastronomade" Vittorio Castellani aka Chef Kumalé. Tutte le specialità, con foto, curiosità e ricette verranno presentate attraverso un apposito sito ed i contenuti saranno consultabili gratuitamente da tutti.

 

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -