Cesena, arriva il digitale. Il 70% è pronto, ma c'è chi spegne la tv

Cesena, arriva il digitale. Il 70% è pronto, ma c'è chi spegne la tv

Cesena, arriva il digitale. Il 70% è pronto, ma c'è chi spegne la tv

CESENA - Come si comporteranno i cesenati alle prese con decoder e nuovi programmi? Romagnaoggi ha intervistato un campione di cittadini, con età compresa tra i 25 e i 60 anni, per capire cosa ne pensano del digitale terrestre, come si comportano dal 2 dicembre e cosa rimpiangono della tv. Se la maggioranza, ovvero il 70%, si è dotata dei nuovi decoder, non manca chi, soprattutto tra i più giovani, ha scelto di dire addio una volta per tutte alla tv. Informazione e intrattenimento? Solo su internet.

 

"Penso che non aderirò e smantellerò la tv: mi metterò a leggere libri invece di guardarla. Il digitale è una cosa che non mi piace di principio. I miei però hanno già comprato due decoder, ma non li sanno far funzionare e toccherà a me sistemargli tutto". Il parere di questa ragazza di 32 anni rispecchia il panorama che si va a delineare. Mentre le fasce di età più giovane diffidano della nuova tecnologia, gli over 35 hanno recepito la novità in maniera passiva dotandosi quanto prima di tutto l'occorrente nei casi in cui non disponessero già da tempo di televisori pronti allo switch off.

 

Sicuramente il passaggio al digitale è una piccola rivoluzione per chi è abituato ai palinsesti tradizionali che scandiscono le giornate da decine di anni. Ora si apre un panorama più vasto di canali, di informazioni e intrattenimento, forse favorito anche dalla penuria di reti e network nazionali. E' sicuramente un cambiamento radicale per chi ha deciso di cogliere l'occasione per spegnere una volta per tutte la tv. "Basta a programmi e notizie imposte. Il palinsesto me lo costruisco io, le notizie le cerco e le trovo facilmente in rete. Una rivoluzione? Sì, forse sì, ma all'estero è già una prassi, probabilmente perchè internet è molto più diffuso anche tra chi non è più giovane".

 

Se fino ai quaranta anni circa si trova qualcuno che rifiuta il digitale, più si sale in età e più si scopre che le preoccupazioni sono due: "Come si farà a sintonizzare i canali? Si possono registrare le trasmissioni?". Solamente due persone su dieci sono incerte sul cambiamento, mentre le altre dispongono già di una tv con decoder incorporato o si apprestano a comprarlo.

 

Stranamente i programmi preferiti non sono i reality, Grande Fratello in testa, ma Anno Zero, Parla con me, Le Storie con Augias, persino le trasmissioni di Alberto e Piero Angela. "Con il digitale potrò finalmente accedere a Discovery, Bbc, History channel e continuare a vedere i Cesaroni", dice una ragazza, entusiasta del cambiamento. Ma c'è anche chi continuerà a "guardare i film in streaming (una prassi tipica della rete, per vedere filmati online senza scaricarli sul proprio computer, ndr) trovo le anteprime, lo sport e spesso sono anche in alta definizione".

 

La tv è ancora il migliore amico degli italiani? Forse, ma c'è già chi pensa alla crescita del tasso di natalità.

 

Alessandro Mazza

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -