Cesena, avanza il progetto di "Grande Malatestiana": ecco come sarà la biblioteca

Cesena, avanza il progetto di "Grande Malatestiana": ecco come sarà la biblioteca

Cesena, avanza il progetto di "Grande Malatestiana": ecco come sarà la biblioteca

CESENA - Sono in corso le procedure per l'affidamento delle ultime opere necessarie al completamento del secondo lotto della Grande Malatestiana. In attesa di questo ultimo passaggio, l'Amministrazione Comunale ha deciso di fare il punto sull'andamento del progetto - il più rilevante attualmente in corso a Cesena, come ha sottolineato il sindaco Paolo Lucchi - visitandone il cantiere e verificando lo stato di avanzamento dei lavori insieme ai giornalisti.

 

Un'iniziativa analoga sarà ripetuta nei prossimi giorni con i componenti della Commissione Cultura del Consiglio Comunale. La visita si è svolta nel pomeriggio di giovedì 9 settembre, e ha visto la partecipazione, fra gli altri, del sindaco Paolo Lucchi (che riveste anche la carica di presidente dell'Istituzione Biblioteca Malatestiana), dell'assessore ai Lavori Pubblici Maura Miserocchi, dell'assessore alla Cultura Daniele Gualdi, del dirigente del settore Edilizia Pubblica del Comune Gualtiero Bernabini e della direttrice della Malatestiana Daniela Savoia.

 

Il progetto Grande Malatestiana mira all'espansione e alla valorizzazione della Biblioteca attraverso il restauro e recupero funzionale dell'attuale sede e il suo ampliamento nell'intero edificio dell'ex liceo classico Monti. La biblioteca attualmente si estende per circa 4000 mq (di cui circa 1000 metri quadrati per la parte monumentale).

 

Con il recupero dell'ex liceo (che ha visto anche la costruzione ex novo del piano seminterrato ad uso deposito librario per una superficie di circa 920 mq.) saranno messi a disposizione dell'attività della Biblioteca altri 4.000 mq. circa. Quindi, al termine degli interventi la superficie globale adibita a "Grande Malatestiana" sarà quindi di circa 8.000 mq., a cui si aggiungono circa 2.000 mq. di aree cortilizie e circa 2.000 mq. di piazza Bufalini, antistante il fronte principale del fabbricato.

 

Il progetto d'intervento è articolato in più lotti. Il primo lotto, già concluso negli anni scorsi, si è concentrato in particolare sul consolidamento strutturale dell'ala affacciata su via Montalti (circa mq. 315), con il recupero degli spazi al primo piano in precedenza adibiti a deposito librario e ora trasformati in un'ampia galleria per le attività espositive e culturali della Biblioteca, la costruzione di una scala di sicurezza in legno e la sistemazione delle facciate su via Montalti. L'importo complessivo è stato di 852mila euro.

 

Il secondo lotto riguarda la ristrutturazione e la riorganizzazione dell'ex sede del liceo classico. La prima tranche, in corso di esecuzione, comprende il recupero al piano terra dell'ex palestra del liceo (destinata a diventare sala di lettura) e degli adiacenti locali che si affacciano su piazza Bufalini, dove troveranno posto, fra l'altro, l'ingresso, la caffetteria, il guardaroba. Al di sotto dell'ex palestra è stato ricavato un piano interrato per il deposito librario e, contestualmente, si è proceduto alla realizzazione nel cortile retrostante degli spazi per la centrale impiantistica interrata e di un cunicolo ‘scannafosso', che corre intorno al perimetro dell'immobili, per consentire di far girare gli impianti intorno agli edifici in tutta sicurezza e senza creare danni alle strutture. Proprio durante l'esecuzione di questi lavori di scavo sono emersi i ritrovamenti archeologici che hanno rallentato il cantiere per molti mesi.

 

Al momento attuale è ormai completato il recupero della parte anteriore dell'edificio, con i necessari adeguamenti strutturali. Restano da realizzare la scala di sicurezza, le pavimentazioni e gli intonaci della grande sala di lettura nell'ex palestra e dell'ambiente sovrastante, il completamento degli impianti e le finiture (porte, tinteggiature, ecc.), per un importo di circa 1 milione e 100mila euro . Sono in corso le procedure per affidare i lavori, con la previsione di avviarli entro l'autunno in modo da essere completati entro la fine del 2011.

 

La seconda tranche del secondo lotto comprenderà il completamento del recupero degli ambienti restanti posti al piano terra e prospicienti piazza Bufalini, per un costo stimato di altri 600mila euro.

Il costo degli interventi finora avviati ammonta complessivamente a circa 6 milioni di euro. Di questi oltre 2 milioni di euro dovrebbero essere coperti da finanziamenti pubblici. Più precisamente circa 700mila euro sono attesi dalla Regione e 1 milione e 400mila euro dal Ministero dei Beni Culturali, sulla base di un accordo di Programma.

 

I lotti successivi del progetto della Grande Malatestiana riguarderanno il completamento dell'ala ex liceo lato est (affacciata sui cortili interni), il primo piano affacciato su piazza Bufalini, la sistemazione dei cortili interni, il recupero di Casa Bufalini e di piazza Bufalini. Per la sistemazione di quest'ultima è previsto un concorso di idee. Il bando è in corso di elaborazione per arrivare a pubblicarlo entro la fine del 2010

Una volta terminato l'intervento sull'edificio dell'ex liceo classico, la riorganizzazione degli spazi sarà così modulata: al piano terra troveranno posto, oltre all'ingresso, a uffici e locali di servizio, un guardaroba, una caffetteria, una sala di lettura (nell'ex palestra), l'emeroteca. Nell'edificio è prevista anche una sezione dedicata alla biblioteca Ghirotti di circa 120 mq. A questo scopo la Fondazione della Cassa di Risparmio ha previsto l'erogazione di un contributo di 600mila euro, che sarà erogata nell'arco di alcuni anni. Al primo piano l'Aula magna diventerà una sala conferenze.

All'ultimo piano saranno collocate una sala di lettura di circa 198 mq. affiancata da altre due sale di consultazione più piccole.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -