Cesena avvia il percorso per definire il piano energetico comunale

Cesena avvia il percorso per definire il piano energetico comunale

CESENA - Due giornate di confronto per avviare il percorso di definizione del Piano Energetico del Comune di Cesena. Con questo obiettivo, venerdì 26 e sabato 27 febbraio si svolgeranno a Cesena gli "Energy days", due giorni di eventi dedicati alla sostenibilità ambientale ed alle azioni da intraprendere a favore di una politica locale finalizzata al risparmio energetico ed alla salvaguardia dell'ambiente.

 

"La redazione del Piano Energetico della città - sottolinea il Sindaco Paolo Lucchi - trae  origine dall'adesione del nostro Comune al patto dei sindaci europei e quindi dalla volontà congiunta di mettere in atto politiche di sostenibilità ambientale, che mirano alla riduzione dei consumi energetici e delle emissioni di CO2 per favorire invece la produzione di energia ‘pulita', derivante da fonti rinnovabili. Partecipando a questo accordo, Cesena si impegna a ridurre di oltre il 20 per cento le emissioni di CO2 entro il 2020.Questo anche nel rispetto degli obiettivi predisposti dalla Commissione Europea, che ha individuato nelle città le principali responsabili di oltre il 50 per cento delle emissioni di gas serra derivanti dall'impiego di energia nelle attività umane. In quest'ottica, è indispensabile dare vita ad un nuovo percorso, che coinvolga non solo il Comune ma anche gli altri soggetti che operano nel territorio, per valutare e sviluppare insieme nuove opportunità nell'ambito della sostenibilità ambientale e delle politiche energetiche".

 

"In particolare l'incontro pubblico di sabato - specifica l'assessore Montalti - costituisce il vero e proprio punto di partenza per il percorso di costruzione del Piano Energetico della città di Cesena. Per definire le linee guida che il piano dovrà seguire, siamo partiti dal Bilancio energetico del nostro Comune, che, dal 1995 al 2007, evidenzia un aumento generale delle emissioni di gas serra pari al 9,2 per cento. Tenendo conto degli obiettivi fissati dalla Commissione Europea, abbiamo considerato un possibile scenario evolutivo, con una riduzione delle emissioni del 13 per cento per i settori dell'agricoltura, dell'industria, dei trasporti e del terziario(obiettivo nazionale), ed una riduzione dei consumi di combustibili del 20 per cento per il settore civile, da conseguire tramite interventi che migliorino l'efficienza energetica del settore. Inoltre, punteremo ad incentivare ulteriormente la produzione di energia da fonti rinnovabili, che sul territorio si attesta intorno al 78 per cento per quanto riguarda l'energia elettrica, ma risulta ancora debole sul fronte dell'energia termica.  La nostra è dunque una sfida a tutti gli effetti, ma anche una preziosa opportunità grazie alla quale, attraverso un lavoro di sinergia tra Comune, imprese e cittadini, potremo dare il via al rilancio di un'economia e di una cultura che fanno della salvaguardia ambientale una priorità".

La due giorni dedicata alle energie verdi prenderà il via venerdì 26 febbraio, alle ore 14.30, nella Sala Consiliare comunale, dove si terrà un workshop dal titolo "Piani energetici ed azioni per la riduzione della CO2: esperienze italiane ed europee a confronto". Nel corso dell'incontro il sindaco di Cesena Paolo Lucchi e il sindaco di Bolzano Luigi Spagnolli firmeranno il protocollo di intenti sulle politiche energetiche locali tra i due Comuni, cementando così quel percorso di collaborazione avviato nel novembre scorso, quando una delegazione cesenate si è recata nella città altoatesina proprio per avviare un confronto sulle politiche di risparmio energetico e di sostenibilità ambientale.

Interverranno, fra gli altri, anche l'assessore alla Sostenibilità Ambientale del Comune di Cesena Lia Montalti e il suo collega bolzanino Klaus Ladinser, il direttore dell'ufficio Tutela ambiente e territorio del Comune di Bolzano Renato Spazzini, il Coordinatore di Alleanza per il Clima Italia onlus Karl -Ludwig Schibel e la dottoressa Liz Mills, esperta incaricata dall'Unione Europea di seguire il programma europeo URBACT II.

 

Il workshop sarà anche l'occasione per stabilire un confronto con le associazioni di categoria, le associazioni ambientali, i tecnici e la Regione Emilia-Romagna sulle buone pratiche in campo energetico.

 

Le attività proseguiranno sabato 27 febbraio, alle ore 10, al Teatro Verdi, con l'incontro pubblico "Green energy 2010 - Fonti rinnovabili e risparmio energetico, sfide ed opportunità", a cui parteciperanno il sindaco Paolo Lucchi, l'assessore alla Sostenibilità Ambientale di Cesena Lia Montalti, il preside della II° Facoltà di Ingegneria dell'Università di Bologna Enrico Sangiorgi, il direttore del dipartimento di Ingegneria elettrica dell'Università di Bologna Domenico Casadei, il direttore Generale di Romagna Innovazione Mario Farnetti ed il direttore di Antares, Centro di ricerche Economiche, Politica industriale e Territoriale, Università di Bologna Lorenzo Ciapetti.

 

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -