Cesena, bagno di folla per la "festa grande" salvezza. Ficcadenti defilato

Cesena, bagno di folla per la "festa grande" salvezza. Ficcadenti defilato

Cesena, bagno di folla per la "festa grande" salvezza. Ficcadenti defilato

CESENA - Venerdì sera la piazza del Popolo si è trasformata in uno stadio e i bianconeri sono stati i re della città per una notte. Nessuno spazio per l’incertezza circa il futuro della panchina. Invece sono dilagati i festeggiamenti che hanno portato in strada migliaia di persone. Tutti hanno festeggiato i paladini dell’impresa che oggi sabato sono già in partenza alla volta dell’incontro con il Genoa.

 

> LE FOTO DELLA FESTA IN CITTA' (A.Mazza-RomagnaOggi.it)

> SONDAGGIO: FICCADENTI SE NE VA, SEI D'ACCORDO?


Un vero e proprio bagno di folla. E’ questa l’immagine che descrive al meglio l’accoglienza che tifosi, famiglie, nonni o semplici curiosi hanno riservato agli undici leoni. “Grande” è la parola chiave della serata. Grande è il bus a due piani “London style” rigorosamente bianconero che ha portato in dote Giaccherini, Parolo, Antonioli e compagni.

Grande è la gioia e l’emozione di quanti hanno accompagnato la sfilata dei giocatori tra le vie, anche le più strette, con cori, applausi e l’emozione tipica di chi il Cesena lo guarda con gli occhi ma soprattutto con il cuore. La festa e l’aria che si respirava era quella di un grande traguardo raggiunto: una conferma che vale uno scudetto.

Alle 21.30 circa il bus ha fatto il suo ingresso in Piazza del Popolo tra migliaia di bandiere che oscuravano il cielo. In strada o ai balconi c'erano tutti: famiglie intere con le sciarpe a scacchi nonostante il caldo e l’umidità, anziani in bicicletta e vestiti a festa, tifosi, studenti e curiosi; tutti aspettavano il passaggio trionfale della squadra nei "punti caldi": Giardini Savelli, Barriera, Duomo e la Piazza. E Ficcadenti? Se c’era si è visto poco. Forse, l’unico assente era proprio il mister che, nella giornata di venerdì, ha confermato le voci di divorzio, seppur consensuale e sereno, con la società.

E come in ogni festa romagnola che si rispetti non è mancata l’ironia. Si parte dallo striscione principe della serata: “Ai sem dlet” per passare spesso e volentieri ai cori nei confronti di Maccarone che, durante il calcio mercato aveva snobbato il Cesena. Non manca un “Parolo in nazionale” che non poteva che far contento il centrocampista primo della fila sul Bus. Poi da bravi atleti, anche i bianconeri hanno lasciato la piazza prima della mezzanotte visto che sabato, dopo l’allenamento pre-partita si preparano all’incontro con il Genoa.
Ma ormai è fattA.

Alessandro Mazza


Cesena, bagno di folla per la "festa grande" salvezza. Ficcadenti defilato

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di Alighiero
    Alighiero

    tifosi.

  • Avatar anonimo di MirkoM
    MirkoM

    C'ero anchio in piazza: anzi, siamo stati in tanti a non aver sentito una sola parola udibile comprensibile uscire da quel disgraziato impianto di amplificazione! oltre i dieci metri dal palco, solo uno stridulare di musica e parole indecifrabili . Organizzatevi meglio la prossima volta! PS. Bottiglie rotte e cocci di vetro da tutte le parti.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -