Cesena, bar ristorante nel parco di Formignano: il Comune cerca imprenditori

Cesena, bar ristorante nel parco di Formignano: il Comune cerca imprenditori

CESENA - Il Comune di Cesena cerca imprenditori interessati ad avviare un'attività di ristorazione nell'area del parco museo della miniera di Formignano. Per verificare se fra gli operatori economici c'è interesse per questa operazione, il servizio Patrimonio del Comune ha avviato un'indagine, chiedendo la collaborazione delle associazioni di categoria del commercio e dell'artigianato e degli ordini professionali di architetti, ingegneri, geometri e dottori commercialisti per far conoscere ai loro associati il progetto.

 

Il pubblico esercizio troverà posto in uno degli immobili del vecchio villaggio minerario, che sarà recuperato nell'ambito del primo lotto del progetto di risistemazione dell'area, per un importo stimato di circa 700mila euro. In questa prima fase si prevede di mettere mano agli edifici che un tempo ospitavano l'officina, gli spogliatoi e una parte delle abitazioni: qui dovrebbero trovare posto la sede organizzativa della Società di ricerca e studio della Romagna Mineraria, la sede espositiva dei materiali e dei mezzi di lavorazione, gli uffici, la reception e, appunto, il bar ristorante. In particolare, lo spazio destinato a questa attività si articola su due piani, frazionati in alcune sale e ha a disposizione un'area cortilizia di circa 125 metri quadrati, dove potrebbe trovar posto il bar estivo.

 

"Il villaggio di Formignano - spiegano il Sindaco Paolo Lucchi e l'assessore ai Lavori Pubblici Maura Miserocchi - è uno straordinario sito di archeologia industriale., anche se purtroppo, dopo la cessazione dell'attività estrattiva, nel 1962, ha conosciuto un lungo periodo di abbandono. Con il progetto di recupero messo a punto, potremo conservare l'identità del sito minerario a fini documentari e museografici, ma soprattutto rivitalizzare quest'area. La presenza di un bar ristorante potrà dare un contributo importante in questa direzione, rafforzandone la capacità attrattiva e garantendo quell'afflusso indispensabile per mantenere vivo il luogo. E proprio perché riteniamo strategico questo elemento nell'ambito del progetto complessivo, intendiamo capire fin da ora se ci sono operatori che credono in questo progetto e sono disposti a mettersi in gioco".

 

Il gestore dell'attività si vedrà consegnare l'immobile allo stato grezzo - che dovrebbe essere pronto verso la fine del 2012 - e dovrà provvedere direttamente alle opere di completamento (edili, impiantistiche, allacciamenti ai pubblici servizi etc), oltre naturalmente a tutto quello che serve per l'allestimento del locale.

 

Eventuali segnalazioni di interesse dovranno essere inviate al servizio Patrimonio del Comune entro il 7 maggio.

 

Per poter visionare le planimetrie o effettuare un eventuale sopralluogo è necessario fissare un appuntamento telefonando al Servizio Patrimonio ( tel. 0547/356474)

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -