Cesena, Bartolini (PdL): "I sindaci risolvano i problemi causati da Hera"

Cesena, Bartolini (PdL): "I sindaci risolvano i problemi causati da Hera"

CESENA - "Come se non bastassero le tariffe salatissime, anche con lungaggini burocratiche, ritardi nel servizio e inutili perdite di tempo Hera complica la vita agli imprenditori". Così Luca Bartolini risponde alla lettera di Confartigianato cesenate, ricevuta nella mattina di lunedì.

 

"Le segnalazioni e le sollecitazioni dell'associazione di categoria sono condivisibili. La politica non sarà al passo delle imprese, questo è vero, ma anche tante imprese (ex) monopoliste non lo sono. Anche perché, come è il caso di Hera, sono governate da ex politici che hanno portato in azienda la stessa mentalità che avevano da pubblici amministratori. Per un imprenditore il tempo è denaro: aspettare mesi per avere l'allacciamento alla rete elettrica o alla linea telefonica è inaccettabile. Così si spingono le imprese verso altri lidi. Il sindaco di Cesena Paolo Lucchi ha recentemente istituito un nuovo assessorato al lavoro e allo sviluppo produttivo. Se vuole creare posti di lavoro deve attirare imprese, e per attirare imprese questi problemi devono essere eliminati o quantomeno ridotti al minimo".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Visto che il Comune di Cesena è rappresentato nel Cda di Hera da un uomo di fiducia del Pd cesenate, si potrebbe iniziare proprio dai servizi e dai problemi della multiutility, evitando, come chiede la Confartigianato, di lasciare cittadini e aziende davanti a un confronto impari con soggetti che spesso abusano della loro posizione dominante. Si sono volute mantenere le Società operative territoriali di Hera? Bene, diamogli un ruolo allora, affinché si possano trattare, e magari risolvere, questi problemi direttamente sul territorio, invece di affidare tutto questo a un anonimo call-center a Canicattì. Potrebbe essere un buon inizio, anche per poi sollecitare la Regione a far sentire il proprio peso politico in altre questioni importanti - conclude Luca Bartolini - come la copertura del territorio, anche delle zone più svantaggiate, con la rete Adsl". 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -