Cesena, Bartolini (PdL) ricorda i martiri delle Foibe

Cesena, Bartolini (PdL) ricorda i martiri delle Foibe

Cesena, Bartolini (PdL) ricorda i martiri delle Foibe

CESENA - Questa mattina, il Consigliere Regionale Luca Bartolini, ha presenziato insieme al Prefetto di Forlì-Cesena, al Sindaco di Cesena Paolo Lucchi, al Presidente del Consiglio Provinciale Daniele Zoffoli e ad altre autorità civili e militari, alla deposizione di una corona d'alloro al giardino "Vittime delle Foibe" a Cesena in memoria dei martiri delle Foibe affinché venga mantenuto  vivo il ricordo dei nostri connazionali trucidati ed esiliati.

 

"E' bene ricordare - si legge in una nota - che proprio grazie al particolare impegno del  Popolo della Libertà, il 10 febbraio è infatti per legge riconosciuto come il ''Giorno del Ricordo'' per ricordare che almeno    diecimila persone, negli anni a cavallo del 1945, furono torturate e uccise dai partigiani comunisti di Tito e in gran parte vennero gettate, molte ancora vive, dentro le Foibe".

 

"La deposizione della corona - prosegue la nota di Bartolini - vuole  conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime della dittatura comunista di Tito , dell'esodo dalle loro terre degli Istriani, Fiumani e Dalmati nel secondo dopoguerra e nella più complessa vicenda del confine orientale. Fa piacere notare, come dopo che per tanti anni tale tragedia sia stata volutamente dimenticata dalla sinistra comunista, il 10 febbraio sia finalmente diventato oggi "il giorno del ricordo" di tutti, anche di coloro che fino poco tempo fa  negavano l'esistenza di una repressione jugoslava comunista che costrinse oltre 300 mila persone ad abbandonare le loro case per fuggire dai massacri e poter mantenere la propria identità italiana".

 

Commenti (4)

  • Avatar anonimo di Unodeitanti
    Unodeitanti

    @ AD: a noi, a scuola, hanno raccontato un mucchio di falsità;( partigiani, Fidel Castro padre di Cuba, Stalin, Mao e il suo libretto rosso, il benessere dell'Unione Sovietica degli anni 70) Ma tu in quale scuola sei andato per avere studiato tutte queste cose? Ma forse quando c''era storia dormivi e devi avere sognato quello che scrivi. Speriamo che non abbia dormito anche durante le altre materie, purtroppo da come scrivi sembra che tu dorma anche adesso. P.S. Ma questi non dovrebbero essere i commenti all''intervento di Bartolini che e'' andato a fare la bella statuina per raccattare voti.

  • Avatar anonimo di Marco Valli
    Marco Valli

    Nella giornata appena trascorsa IO ho ricordato: * Le 120.000 vittime civili libiche dell'esercito fascista nel 1930 durante la deportazione delle popolazioni cirenaiche. * Le 600 tonnellate di gas asfissianti (iprite e fosgene) lanciate dall'aviazione fascista sulla popolazione etiopica nel 1935/36, le migliaia di civili passate per le armi dopo l'attentato fallito a Graziani nel '37, i 310 monaci cristiani, ma di rito copto, trucidati a Debra Lianos col plauso dei cappellani militari e del Vaticano. * I bombardamenti della Croce Rossa in Etiopia, i 17.000 etiopi deportati e sterminati nel campo di sterminio di Danane (Somalia); i telegrammi di Mussolini a Graziani dove scriveva: "Autorizzo ancora una volta Vostra Eccellenza a condurre sistematicamente politica del terrore et dello sterminio". * L'annessione della Slovenia del '42 con la costituzione della provincia italiana di Lubiana e le direttive dei generali Robotti e Roatta: "Si ammazza troppo poco Sgombero totalitario, dove passate levatevi dai piedi tutta la gente che può spararci alla schiena ... Distruggere i paesi e sgombrare le popolazioni". * I 150.000 deportati iugoslavi nei campi di sterminio di Arbe, Palmanova, Gonars, Renicci ed altri ancora, con più di 4000 morti di fame e di stenti. * Le vittime iugoslave del campo di concentramento fascista di Zlatin, gli abitanti maschi di Srbernovo spediti nei lager, le donne seviziate dall'esercito fascista e poi gettate nelle foibe. Ed inoltre la Risiera di S. Sabba, lager nazista di Trieste, dove furono sterminati comunisti, ebrei e rom con la complicità diretta delle "brave genti italiane".

  • Avatar anonimo di Sam
    Sam

    Quali sarebbero le falsità sui partigiani?

  • Avatar anonimo di AD
    AD

    Solo adesso si comincia a parlare delle nefandezze perpetrate dai governi comunisti nel mondo. Negli anni 80 e 90 questi argomenti erano tabù; la storia del dopoguerra è stata scritta interamente dalla sinistra, a suo uso e consumo: a noi, a scuola, hanno raccontato un mucchio di falsità;( partigiani, Fidel Castro padre di Cuba, Stalin, Mao e il suo libretto rosso, il benessere dell'Unione Sovietica degli anni 70, ecc ecc.); ma altre terribili verità verranno a galla: è solo questione di tempo!

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -