Cesena, Bilancio comunale 2011. Cna: "Bene il blocco della tassazione locale"

Cesena, Bilancio comunale 2011. Cna: "Bene il blocco della tassazione locale"

CESENA - L'Amministrazione comunale di Cesena si appresta ad approvare il bilancio preventivo 2011 entro Natale. Quest'anno il percorso di avvicinamento è stato caratterizzato da diversi momenti di confronto: prima con tavoli di lavoro specifici, poi con la convocazione degli stati generali. Complessivamente, un coinvolgimento che, come CNA, abbiamo apprezzato e che ci ha permesso di acquisire tutti quegli elementi utili per avanzare le nostre proposte.

 

"In questi giorni - dichiara Sanzio Bissoni, Presidente CNA Cesena - abbiamo inviato alla Giunta comunale un documento contenente le osservazioni al bilancio preventivo 2011. Le nostre proposte tengono conto del difficile periodo che ancora condiziona il sistema delle piccole imprese e che costringe gli amministratori a compiere scelte all'interno di un quadro normativo incerto, dovuto principalmente al fatto che la Legge di Stabilità è stata approvata solo pochi giorni fa. Ma, soprattutto, devono misurarsi con i tagli ai trasferimenti definiti con la manovra estiva, che per Cesena si quantifica in circa 3,5 milioni di euro di minori trasferimenti statali".

 

"Questa situazione - continua Bissoni - conferma che è sempre più urgente una vera riforma, in senso federale, della finanza pubblica locale. Una riforma che risponda a più obiettivi, quali lo snellimento dei livelli di governo, la definizione più chiara delle flessibilità tributarie, la semplificazione amministrativa e la riduzione della spesa pubblica, attraverso una qualificazione della stessa che superi il criterio della cosiddetta spesa storica".

 

"Per far fronte a questa difficile situazione - conclude Bissoni - gli amministratori sono chiamati a compiere precise scelte, a definire le priorità, a ridurre le inefficienze e a rinnovare il rapporto pubblico-privato, sperimentando nuove forme di partnership".

 

"Esaminando il bilancio - sostiene Roberto Sanulli, Responsabile CNA Cesena - va sottolineata positivamente la scelta di non inasprire, anche per quest'anno, la tassazione locale. Riteniamo condivisibile la decisione di continuare l'azione di recupero dell'evasione e dell'elusione, che negli ultimi anni ha dato buoni risultati. Così come era inevitabile aggiornare le tariffe dei servizi a domanda individuale per riuscire a mantenere inalterato l'indice di copertura".

 

"Per quanto riguarda le uscite - prosegue Sanulli - è significativo che l'Amministrazione, pur con minori risorse disponibili, continui a sostenere l'operatività dei consorzi fidi. Per il 2011, però, il fondo è stato pressoché dimezzato, riteniamo quindi che occorra prendersi l'impegno di riportarlo ai livelli dello scorso anno. Auspichiamo, pertanto, che l'ordine del giorno presentato recentemente dai partiti di maggioranza, che recepisce questa esigenza, venga fatto proprio e votato da tutte le forze politiche e che, fin dal primo assestamento di bilancio, si intervenga per aumentare significativamente la dotazione del fondo. Condividiamo la scelta di continuare a mantenere inalterati gli interventi in campo sociale e per l'istruzione. Al contempo, segnaliamo la necessità di attivare politiche a sostegno dell'imprenditoria innovativa, giovanile e femminile attraverso lo sgravio dai tributi locali nei primi anni di attività. Inoltre, un'importante risposta al nostro mondo arriva dall'approvazione del "pacchetto" semplificazione che, adesso, attendiamo alla prova dei fatti".

 

"Sul versante degli investimenti - conclude Sanulli - è molto importante che in presenza di una situazione economica ancora critica il Comune preveda di investire circa 23 milioni di euro. Proprio dagli investimenti locali può arrivare una spinta determinante per il rilancio dell'economia, a condizione, però, che contestualmente si adottino le procedure necessarie affinché, sempre più spesso, si possano affidare i lavori in maniera diretta alle piccole imprese locali, nel rispetto dei principio indicati nell'art. 122 del Codice dei Contratti Pubblici".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -