Cesena, calcio. Lettera di un tifoso: "Strappo l'abbonamento, non reggo all'agonia"

Cesena, calcio. Lettera di un tifoso: "Strappo l'abbonamento, non reggo all'agonia"

Cesena, calcio. Lettera di un tifoso: "Strappo l'abbonamento, non reggo all'agonia"

CESENA - Signor Campedelli, con la convinzione che già le ho espresso nel dopo Cesena-Bologna, quando lei ammetto coraggiosamente venne ad incontrare i tifosi che stavano contestando, vale a dire che con Massimo Ficcadenti il Cesena non si salverà mai, le restituisco il mio abbonamento , perché voglio evitare di assistere dal vivo alla lenta agonia verso la serie b.


Se ricorda sono quello che alla fine della chiacchierata, dopo che lei aveva ribattuto punto su punto alle mie obiezioni le disse, passando ad un tu da innamorato del Cesena che fa saltare ruoli e gerarchie : "fammi il regalo di Natale, mandalo via". Voglio anche evitare di rendermi ridicolo agli astanti urlando belluinamente tutte le domeniche il mio disappunto ( diciamo eufemisticamente così) per il suo allenatore e le sue scelte.


Sono pienamente consapevole che " non siamo il milan" come disse lei ad un tifoso aggiungendo forse in maniera inopportuna" se vuoi vincerle tutte vai a vedere il Milan!" ; lo so almeno dal 79 quando mio babbo( e ancora lo ringrazio ) mi portò per la prima volta all'allora Fiorita( Manuzzi era ancora vivo e lo stadio si chiamava così) per un Cesena-Bologna 1-1. Giocava De Falco, Dossena era ancora dietro le punte, segnò Paris su rigore , per noi non ricordo ed il fatto che un Cesena-Bologna fosse amichevole le fa capire quanta acqua sia passata sotto i ponti.


Sorvoliamo sui genitori che non ti mandano a S.Benedetto e tu stai nascosto in casa un giorno intero perché hai detto a tutti che ci saresti andato, sorvoliamo su un Bologna-Cesena, in cui da studentello universitario che viveva a Bologna arrivai in largo anticipo e insieme ad altri 4 per un'ora ci sentimmo offendere in tutti i modi fino al finale "siete brutti" che voleva dire che i rossoblù non sapevano proprio più come offenderci ; anche lei avrà cominciato senz'altro così e vissuto tanti episodi simili.


E' per questo che non capisco l'oggi e la sua decisione, perché lei è innamorato del Cesena ed è un imprenditore . Lasciamo perdere l'affaire Bisoli, prima delusione ma capisco che sarebbe delicato sollevare problemi di rapporti, e non potrà mai dire tutta la verità, lasciamo perdere la scelta del successore, si può sbagliare quello che non capisco è il perseverare nell'errore e se ha tempo a sufficienza ,spero di non risultare presuntuoso se le elenco i punti che le rimprovero.


Con una premessa: concordo che non si decide seguendo la pancia, Manzoni ci insegna che le decisioni per soddisfare la piazza sono spesso ingiuste , però lei è anche un imprenditore oltreché un innamorato del Cesena e le leggi dell'imprenditoria insegnano che nello svolgere le proprie funzioni bisogna tener conto di tanti elementi, non ultimo le cosiddette condizioni ambientali.


Lei sa benissimo quanto sia importante il sostegno della tifoseria , lei stesso ha più volte invocato e lo fanno anche i suoi dirigenti e giocatori che si vince solo uniti. Ora per mille motivi questa tifoseria non crede più in quest'allenatore e nel suo "progetto". Ma non lo fa per partito preso, mi creda, molti le hanno creduto, molti si sono fidati quando lei dopo la debacle col Bologna fece quell'appello ed hanno continuato a venire al Manuzzi ed in trasferta incitando la squadra in tutti i modi.


Come dicevo ora il terzo elemento della catena dirigenza -squadra -tifo non c'è più ; la gente continuerà a venire in trasferta,a fare il tifo ma qualcosa rischia veramente di rompersi. Il Cesena rischia di trovarsi ora nel momento più importante senza il sostegno illimitato di un suo elemento : il tifo.


Quindi tornando a quello che dicevamo prima non è un ricatto ma nella scelta ponderata dell'imprenditore questo è un elemento che andrebbe a mio avviso calcolato. Non c'è a volte cosa più rivoluzionaria del buonsenso. Mi sono chiesto tante cose sull'operato della società e di Ficcadenti e se vuole senza presunzione e senza atteggiarmi a fenomeno gliele chiedo .


Ci sono cose che passano per incomprensibili ai più e paiono contraddittorie come ad esempio la cessione di De Feudis;un giocatore della sua importanza anche all'interno degli spogliatoi e per il feeling nei confronti dei tifosi, feeling costruito in base,badi bene a serietà ed attaccamento alla maglia, è stato ceduto perché non rientrava nei piani della società ?


Capitolo Malonga ,ci sono voci di suoi comportamenti indolenti , ma anche l'anno scorso credo li abbia manifestati ; la differenza stava nella diversa gestione Bisoli-Ficcadenti. Il tecnico di Porretta ha fatto emergere la cosa solo dopo che il francese si era sbloccato e riscattato senza esporre alla stampa il problema . Esordì a Mantova a novembre inoltrato poi cominciò a giocare, ma fino a quel momento non era trapelata voce di rottura sui giornali ,cosa invece avvenuta appieno quest'anno.


Una delle conseguenze più clamorose è stata essere andati a Torino ad affrontare la Juve con un diciassettenne all'esordio assoluto (Rodriguez )come unica punta di riserva. Più o meno stesso discorso per la gestione di Schelotto .


Cosa a mio avviso folle è poi la fossilizzazione in un modulo, il 4-3-3 già discutibile se adottato da una pericolante ma mai messo in discussione, quasi mai ( Milan, bologna e poche altre volte) modificato in corsa. Quando tutti gli allenatori, almeno quelli bravi cambiano più volte il modulo a partita in corso.


Ed è vero che l'allenatore non ha voluto il già acquistato Lodi proprio perché non si adattava al suo schema? Domenica Lodi ha realizzato una doppietta giocando in un ruolo uguale a quello di Rosina e perdipiù segnando su punizione, quando l'ultimo goal diretto su punizione del Cesena risale a 4-5 anni fa.


Tornando a Malonga mi vengono in mente i vari Fatic, Tachsidis, Paonessa Gorobsov. Perché non giocano quasi mai ? Scelta tecnica ? O come si dice in giro alcuni di questi avevano irrisolvibili problemi caratteriali? Chi li ha scelti? E' vero che l'allenatore non li voleva? Ma domanda vera :possibile che i sopracitati fossero tutti spacca spogliatoio inaffidabili? E se si creano queste fratture allora non è vero che ( vedi anche Schelotto e Malonga) la squadra è compatta con l'allenatore.


Questo rimprovero a Ficcadenti come tecnico, oltre alla sua scarsa capacità di comunicazione ,alla sua scarsa capacità di trasmettere energia anche al tifo, insieme ad un innegabile atteggiamento un po' presuntuoso anche nei confronti della stampa; e rimprovero chi non fornisce spiegazioni, nei limiti del possibile è ovvio, sottraendosi al confronto o spostando le sedi di allenamento .


E questo rimprovero a lei di aver perseverato nella fiducia ad un tecnico che non nutre più la fiducia di nessuno, forse nemmeno della squadra; non mi prenda per presuntuoso sono solo molto amareggiato ( è chiaro che userei un altro termine al bar). Sperando di sbagliarmi non me la sento più di vedere il mio Cesena nelle mani di questo tecnico e non voglio accompagnare live una retrocessione annunciata ma ampiamente rimediabile. Gesto puramente simbolico tanto ho già pagato e non chiedo nulla indietro.


Guarderò le partite in tv con mio babbo che da anni non viene più allo stadio e che come le dicevo sopra ancora ringrazio per avermi fatto innamorare di questi colori. Le alternative soprattutto con la bella stagione non mancano e vedremo di approfittarne .Mi auguro di sbagliarmi e mi creda, dopo la vittoria col Cagliari e col Brescia a più di una persona ho detto " io avrei cacciato Ficcadenti, il presidente l'ha confermato e fin'ora ha avuto ragione lui"; ora temo di aver ragione io .

 

Giancarlo Dini

Setore G, Fila 10, posto 22

Commenti (4)

  • Avatar anonimo di Mattia
    Mattia

    E adesso???? MUTO!!!

  • Avatar anonimo di Amarok74
    Amarok74

    Beh, asso70... Santon lo ha portato per metterlo addirittura in tribuna, a quanto vedo.. E Rosina lo cava appena si scalda per "scelte tecniche".. che conosce solo Ficcadenti però... Io non credo che siamo fenomeni, ma di sicuro con un allenatore non dico buono, ma mediocre, avremmo almeno almeno 6 punti in più e molte figuracce in meno (Parma è stata la goccia.. giocherellare al limite dell'area al 85' è stato il culmine.. io ho disdetto sky.. Forse Ficcadentii non doveva dirgli di tirare la palla sugli spalti, visto che era la 5 partita persa tra l'85 e il 93'??? Mah...

  • Avatar anonimo di asso70
    asso70

    Va be' che dopo 3 partite il Cesena era primo ma manca ancora tutto il girone di ritorno e vincendo gli scontri diretti in casa la squadra si puo' salvare...... Il presidente che non ha un euro da spendere (ma quale imprenditore?!?!?) ha fatto anche troppo portando Santon, Rosina &C. Ci siamo dimenticati di 20 anni tra B e C??? Adesso siamo in A e non facciamo troppo i fenomeni , grazie

  • Avatar anonimo di zio Giangi
    zio Giangi

    Molto bella la lettera, le faccio i miei complimenti, e sono contento di leggere che anche lei non vede il diavolo nella serie B, ma la cosa che l'amareggia di più è il "non provarci nemmeno". Come la capisco !

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -