Cesena: campagna per la donazione del sangue, 800 studenti coinvolti

Cesena: campagna per la donazione del sangue, 800 studenti coinvolti

CESENA - Donare il sangue è importante e facile, quasi un gioco... da ragazzi! Ecco perché, ormai da una decina d'anni, il progetto "Salute e Donazione: una scelta consapevole" si rivolge agli studenti delle classi quinte delle scuole superiori per renderli consapevoli del grande valore di un piccolo gesto di solidarietà, ma non solo. Nato dalla collaborazione tra l'Ufficio Educazione alla Salute del Dipartimento di Sanità Pubblica dell'Ausl di Cesena, la sezione cittadina dell'Avis e il Comitato Locale Donazione Organi, il progetto affronta anche le problematiche scientifiche inerenti la donazione di organi. Alla fine del progetto ai ragazzi e agli insegnanti viene data la possibilità di agire concretamente, aderendo al prelievo di sangue per gli esami ematochimici, come prima tappa di avvicinamento alla donazione del sangue.

 

Nell'anno scolastico 2007/08 hanno aderito al progetto 29 classi quinte di otto istituti superiori, per un totale di 574 studenti; se si aggiungono i 263 studenti di altri istituti che hanno scelto di approfondire una sola delle due tematiche proposte (la donazione del sangue o quella degli organi), il numero finale dei partecipanti sale a ben 837. Il progetto si articola in quattro incontri di due ore ciascuno, condotti dagli insegnanti che hanno preso parte in precedenza a un percorso formativo con i professionisti sanitari dell'Ausl. Nei due incontri centrali gli studenti hanno la possibilità di incontrare i medici (dell'Ausl o volontari Avis) e di ricevere risposte a dubbi, curiosità e domande sorte durante il primo incontro in classe.

 

L'edizione 2007/08 (la nona) del progetto "Salute e Donazione: una scelta consapevole" è stata molto apprezzata dagli studenti, come dimostrano i risultati delle schede di verifica anonime e individuali compilate da essi alla fine del percorso. Interrogati sull'elemento di maggiore interesse del progetto, il 35% dei partecipanti ha indicato la possibilità di apprendere nuove e utili informazioni sulla donazione e l'opportunità di riflettere su questi argomenti, comprendendone l'importanza. Graditi anche l'incontro con i medici (27% delle preferenze) e i lavori di gruppo svolti in classe (25%). Più in generale, il corso è stato giudicato importante e interessante da oltre il 90% degli studenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Soddisfazione per il progetto è stata espressa pure dagli insegnanti, che hanno apprezzato sia la possibilità di confrontarsi sulle tematiche sanitarie e sulla metodologia negli incontri pomeridiani di preparazione sia la partecipazione e la risposta degli studenti durante le attività svolte in classe. Per loro il corso è risultato interessante (100% di voti superiori al 6 con una media dell'8,1) e utile per i ragazzi (100% dei voti superiori al 6, con una media dell'8,3).

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -