Cesena, Campedelli in curva: ''Non iscrivere la squadra? Una provocazione''

Cesena, Campedelli in curva: ''Non iscrivere la squadra? Una provocazione''

Cesena, Campedelli in curva: ''Non iscrivere la squadra? Una provocazione''

CESENA - "E' stato emozionante e per certi versi simpatico". Igor Campedelli ha commentato così la sua permanenza in curva e nei distinti nel secondo tempo. Il presidente del Cesena ha raccontato la sua giornata, stemperando i toni della settimana scorsa. "Il tifo, anche quando non è d'accordo, si esprime perchè ha voglia di dare un contributo - ha esordito -. Non mi ricordavo l'esperienza in curva, poi vederla così piena è stato veramente emozionante".

 

"Qualcuno mi ha espresso il suo disappunto ma con civiltà e con il sorriso sulle labbra, anche se mi facevano il coro contro", ha proseguito. Finalmente c'è distensione tra tifo e società: "Sono stato molto contento del clima che si è creato attorno alla squadra. Il Cesena ha lasciato la contestazione forzata". Sugli ultimi minuti di tensione il Presidente ha commentato: "Ho visto il calcio di rigore: su 4 persone dei distinti, 3 non guardavano".

 

"Questo fa capire quanto la gente soffra e tenga alla squadra - ha continuato -. Capisco che perdere non aiuta però la squadra ha bisogno del suo pubblico e di sentirsi amata". "Quella passata comunque è stata la settimana più tosta da quando sono qui - ha ammesso il presidente -. Ho usato toni forti ma non ho dubbi sui contenuti e il mio messaggio non era legato alla tifoseria. Non riscrivere la squadra? E' stata una provocazione".

  

Alessandro Mazza


Cesena, Campedelli in curva: ''Non iscrivere la squadra? Una provocazione''

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -