Cesena: canile abusivo a Borghi, Nervegna (PdL) annuncia esposto alla Magistratura

Cesena: canile abusivo a Borghi, Nervegna (PdL) annuncia esposto alla Magistratura

Cesena: canile abusivo a Borghi, Nervegna (PdL) annuncia esposto alla Magistratura

Fare chiarezza sul canile abusivo di via Cornacchiara, a Borghi. Il consigliere regionale del Pdl, Antonio Nervegna, ritiene opportuno che del caso se ne interessi la magistratura "per fare chiarezza e fornire i dovuti chiarimenti ai cittadini". "Soltanto dopo cinque anni di richieste, appelli e formali inviti dei cittadini a intervenire il Comune s'è risolto a smantellare il Canile abusivo", ha esordito Nervegna, sottolineando che "sarebbe di pochi giorni fa l'ordine di demolizione per la struttura".

 

"A questo punto - ha aggiunto - ritengo sia necessario acclarare le ragioni della tardività dell' intervento dei responsabili dei vari uffici pubblici, accertando la cronologia e tutti i passaggi che hanno portato alla odierna situazione di degrado". "I servizi di igiene ambientale di Ausl, Comune e Arpa  conoscevano la situazione? - si è chiesto il consigliere regionale del Pdl -. Come è stata istruita la pratica urbanistica visto che una struttura abusiva è quasi sempre anche pericolosa o inquinante (come per esempio era dotata di un impianto fognario a norma?) E' vero che la struttura non poteva essere messa in regola dal punto di vista igienico, proprio perchè era abusiva e lì non ci poteva stare?".

 

Nervegna, ricordando "all'amministrazione comunale di sinistra che già alcuni danni sono stati patiti dai cittadini residenti nell'area del canile ("disturbo della quiete pubblica e notturna, cattivi odori e deprezzamento del valore degli immobili confinanti con la struttura abusiva")", ritiene opportuno che del caso se ne debba interessare anche la magistratura "persistendo elementi   che possono già far ipotizzare ipotesi di irregolarità amministrativa , persino la stessa tardività dell'intervento a denuncia pubblica già formulata ,così come hanno dichiarato i cittadini, potrebbe essere di fatto un'omissione di atti di ufficio".

 

"Senza volerci sostituire alla magistratura  riteniamo utile però che della spinosa vicenda se ne facciano carico proprio i magistrati per fare chiarezza e fornire i dovuti chiarimenti ai cittadini", ha concluso Nervegna.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -