Cesena, capitan Colucci sprona i suoi: ''Esser sereni e lavorare''

Cesena, capitan Colucci sprona i suoi: ''Esser sereni e lavorare''

Cesena, capitan Colucci sprona i suoi: ''Esser sereni e lavorare''

CESENA - "Essere unti, sereni e lavorare". Solo così il Cesena può tornare a fare risultato e macinare punti in chiave salvezza. E' questa la ricetta di Beppe Colucci. Il centrocampista ha respinto di aver rivolto accuse a Giaccherini e Schelotto dopo il match contro l'Udinese, perso dai romagnoli per 1-0 al 93': "Non le ho mai fatte". A Udine, ha evidenziato Colucci, "siamo scesi in campo per vincere, solamente che a un certo punto la partita si è fatta difficile".

 

Un punto al ‘Friuli' avrebbe sicuramente dato morale, ha evidenziato il centrocampista: "Ci avrebbe permesso di vivere la sosta con più serenità - ha ammesso -. Senza contare poi che contro al Napoli all' '80 eravamo sul'1-1. Per la mia esperienza posso dire che l'unica medicina è il lavoro. L'importante ora sarà rimanere sereni e cercare di recuperare le forze nervose in questa settimana". Colucci ha poi consegnate le borse di studio agli atleti del Settore Giovanile che si sono distinti nella scorsa stagione.

 

Le tre borse di studio a Matteo Salvatori (Pulcini), Leo Angeli (Giovanissimi Regionali) e Claudio Valente (Allievi Nazionali) sono state consegnate oltre che dal capitano anche da Direttore Sportivo Lorenzo Minotti e dal Professor Bonoli. E' intervenuto per l'occasione il Dott. Roberto Cuppone, Vice direttore di BCC di Gatteo, partner dell'iniziativa.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -