Cesena, Carabinieri aggrediti da calciatore. Un mese di lavori socialmente utili per Dieng

Cesena, Carabinieri aggrediti da calciatore. Un mese di lavori socialmente utili per Dieng

Cesena, Carabinieri aggrediti da calciatore. Un mese di lavori socialmente utili per Dieng

CESENA - Un mese di lavori socialmente utili. E' questa la punizione che il Cesena Calcio ha inflitto a Amdy Dieng, il centrocampista offensivo di 19 anni che milita nella primavera del Cavalluccio arrestato nel cuore della nottata tra sabato e domenica a Rimini dopo aver aggredito quattro Carabinieri in seguito ad un incidente stradale. Il calciatore, dal sito del Cesena, si è scusato con l'Arma per il suo comportamento, ammettendo tutte le responsabilità.

 

Quindi ha spiegato il perché della sua agitazione: "Ero preoccupato per la mia nipotina di due anni che era in macchina con noi e volevo andare a vedere come stava mio fratello trasportato d'urgenza in ospedale quando, al contrario, avrei dovuto mantenere la calma", ha affermato Dieng.

 

 Il giocatore ha appoggiato la scelta della società di "punirlo" con un mese di lavori socialmente utili: "credo che possa servirmi per maturare e riflettere sui doveri etici e comportamentali che un calciatore che aspira a diventare un professionista non deve mai dimenticare". La società, in una nota, ha espresso la sua ferma condanna nei confronti della reazione ingiustificabile del ragazzo.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -