Cesena, Celletti (Lega): "Patto con il Pri solido e convinto"

Cesena, Celletti (Lega): "Patto con il Pri solido e convinto"

CESENA - "Stia serena la coordinatrice dell'ex Forza Italia, Isabella Castagnoli. Il sodalizio tra Lega e Pri è solido e convinto perché basato su un buon progetto di governo della città, alternativo a quello del centro-sinistra. Cesena è stata soffocata da una cappa di conservatorismo che ha immobilizzato nuove energie e idee per troppo tempo. Ora queste energie e queste idee hanno trovato un accordo programmatico, fatto di progetti concreti per una buona amministrazione, che vuole includere (e non escludere) tutti coloro che si riconoscono in un percorso di cambiamento".

 

E' quanto sostiene Antonella Celletti, capolista della Lega Nord a Cesena.

 

"L'ex Forza Italia (neo PDL) ha fatto una scelta diversa. Ha escluso, ha posto veti, si è isolata, costringendo, di fatto, le altre forze politiche di opposizione a cercare alternative. Alternative estremamente credibili, se consideriamo la coalizione siglata da Pri e Lega, che ha ottime prospettive di successo perché interessata a lavorare per il bene comune. Al contrario, sembra che il gruppo dirigente locale dell'ex Forza Italia, da un po' di tempo, sappia solo lanciare scomuniche, senza impegnarsi troppo sul piano politico e progettuale per la città".

 

"Non si conosce il suo programma - dice Celletti - se non attraverso dichiarazioni nebulose, non lo si vede attestato concretamente su alcuna delle tante battaglie in cui le altre forze di opposizione a Cesena sono impegnate e non è un mistero che gli scranni occupati dai suoi rappresentanti nelle Istituzioni sono spesso inesorabilmente vuoti. Certamente questa linea di basso profilo avrà ottime giustificazioni politiche, che non intendo sindacare. Una cosa tuttavia mi preme chiarire all'amica Castagnoli. Non ci sarà alcun cedimento da parte mia dalle battaglie che ho portato avanti finora. Pri e Lega non si sono fuse, ma hanno sottoscritto un patto leale e trasparente per la buona amministrazione che è ciò che interessa ai cittadini".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"L'ex Forza Italia - conclude - ha lasciato cadere nel vuoto ogni opzione condivisa, nonostante io stessa, per oltre un anno, abbia lanciato ripetuti appelli pubblici per l'unità delle forze di opposizione. Politici altrimenti sensibili ne avrebbero saputo cogliere il senso e ci sarà chi dovrà assumersi la responsabilità di ciò che non è stato fatto. A Castagnoli, che ringrazio per gli auguri, invio un solo amichevole suggerimento: non si ostini a dare retta ai cattivi consiglieri. L'autoreferenzialità, spesso sintomo di una certa miopia politica, alla lunga non paga".

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di Maurizio Bi.
    Maurizio Bi.

    La Celletti ha ricordi parziali: credendo di cogliere un'opportunità politica all'indomani dell'annuncio della creazione del PdL la Celletti si è subito auto-esclusa da Forza Italia fondando il Gruppo delle Libertà e rompendo in maniera drastica i rapporti con il partito grazie al quale ha potuto stare in consiglio comunale. La risposta è ben scritta ma è debole perchè non dà giustificazioni in merito all'incompatibilità politica di alcune alleanze. Per carità, viviamo in un paese libero ed abbiamo tutti la libertà, nell'ambito delle Leggi e della libertà altrui, di fare ciò che ci aggrada ma ritengo che la coerenza, l'affidabilità e la rettilineità di alcuni percorsi abbiano ancora una certa importanza in politica. Io credo che Forza Italia stia pagando la sua coerenza nell'uniformarsi al progetto nazionale. Miopia è non cogliere il fatto che la città ha bisogno di punti fermi e non di turismo politico

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -